Global News 1 - global news

Da 50 anni, una storia che continua...
Vai ai contenuti
ANCHE SUL TITANIC ANDAVA QUASI TUTTO BENE …..

A Castel Maggiore, alla GLS scioperano 90 lavoratori con il green pass: «solidarietà a chi non ce l’ha»    https://bit.ly/3j8sQO7
Su 130 lavoratori sono 36 quelli senza Green pass: la compagnia di trasporti e consegne si è dovuta fermare comunque.

Sono solo capricci irresponsabili come si legge in commenti vari,  quelli dei Portuali di Trieste, Genova e delle poche centinaia (di migliaia, gentili giornalisti dal numero addomesticabile),  di Lavoratori, professionisti, Studenti, Agenti delle Forze dell’Ordine, Militari, ecc.  che scendono in  Piazza per  contrastare un provvedimento di obbligo del Green Pass, che notoriamente non protegge la salute pubblica, in QUANTO I VACCINATI SONO PURTROPPO CONTAGIOSI COME E FORSE PIU DEI NON VACCINATI https://bit.ly/3oBNzgJ, come si è visto anche con il tamponamento del  15 ottobre  di oltre 396.000 non vaccinati, che ha dato esiti di assenza di contagio nel 99,9%, con code imbarazzanti fuori dalle farmacia su tutto lo Stivale, molto poco utilmente ai fini preventivi, come evidenziato anche in audizione al Senato dai prof. Bizzarri  https://youtu.be/JdDvSodJ2iE   e  Cosentino https://youtu.be/mOYXjruMXg8
E in Italia con  8 milioni di italiani guariti dal contagio che dovrebbero farsi il vaccino, quando è chiaro  che non ne hanno bisogno come dimostrato al Senato USA sulla base di studi scientifici di rilievo  https://www.youtube.com/watch?v=Drxi2CDhjRA                               
Così, come se fosse una nuova patente per viaggiare, si pensa di imporre il Green Pass, e le teste di Uovo come Paolo Guzzanti, sul TG4 ironizzano sulla lotta di otto milioni di italiani con a capo i portuali di Trieste, che non si vorrebbero curare e vorrebbero mettere a rischio la società tutta.  
E’ così? Non pare proprio, forse cercano di proteggerla come si potrebbe apprezzare  da quello che si legge qui http://www.uniglobus.it/globalnews-foto-video.html
Come detto anche dal Premier israeliano  Bennet, la doppia dose di vaccino non serve a proteggere la vita, tanto che in Israele la settimana prima di ferragosto su 79 morti di COVID, 78 erano vaccinati con doppia dose, e come ha dichiarato il  Dr. Kobi HAVIV: “Nel mio ospedale l’85-90% dei ricoverati sono persone completamente vaccinate. L’efficacia del vaccino sta svanendo” https://bit.ly/3B4x9B4 .
Nell’appello dei 20  https://www.facebook.com/groups/29393992267/permalink/10159854503662268/ per il 15 Ottobre avevamo chiesto di fermarci tutti. Il Governo non ha fatto nessuna telefonata, come richiesto dai portuali,  per comunicare che il GREEN PASS veniva ritirato, come accade in tutto il resto del modo civile e no, e dove anzi con meno vaccinati di noi in mezza Europa hanno liberalizzato tutto (con a dovuta prudenza) https://www.meteoweb.eu/2021/09/norvegia-festa-liberazione-covid-abolite-tutte-le-restrizioni-foto-e-video/1725157/    .
Dal Governo, tramite incerte voci, è giunta ai Portuali di Trieste la promessa che avrebbe concesso i tamponi gratuiti per loro e questi portuali, come i Green Passisti della GLS hanno invece scioperato per i diritti alla salute e alla sicurezza degli altri lavoratori sprovvisti di Green Pass.
Una lezione di etica sociale, che dovrebbe far riflettere i molti moralisti ad ore di alto bordo, che pensano che si può comprare tutto, anche quel minimo di giustizia sociale e di equità che è alla base di ogni sana convivenza civile e spirito di corpo.
Le operazioni sporche viste a Piazza del Popolo, facciano riflettere quello che resta della sinistra democratica  http://www.uniglobus.it/global-news-1.html  
E visto che oggi è andata in piazza il mondo antifascista, riflettiamo su quello che si cerca di dire da parte di milioni di lavoratori e cittadini italiani,  magari risentendo il clima dei tempi d’oro delle lotte operaie per la libertà e l’emancipazione dei lavoratori dai vecchi e dai nuovi padronati, che sognano e realizzano un ritorno al passato, con caporalati moderni cooperativi e  lavori precari a  quatto soldi, mentre come urla Sanders, i Bezos fanno miliardi di dollari,  con il lavoro di questi precari.
Va tornando attuale questa vecchia canzone politica  interpretata da Toscanini anche per l’occasione odierna https://www.infoaut.org/storia-di-classe/25-maggio-1944-l-internazionale-di-toscanini

Prato 16 ottobre 2021 Vincenzo Valenzi
PIANGE IL TELEFONO TRA ROMA E TRIESTE
Così dice il mitissimo sottosegretario alla Salute Andrea Costa al TG.
Non ci sarà nessuna telefonata, come quelle che vi sono state a Londra, Madrid, Lisbona, Oslo, Copenaghen ecc ecc che annuncia ai portuali in sciopero, che il Green Pass non c'è più.
Eppure siamo tra i primi per livello di vaccinazioni in Europa.

L'intransigenza contro lavoratori strategici per la Nazione e per il mondo intero (porti e trasporti,) che senso ha?
Anche per tutti gli altri a cui si offre solo il tampone a pagamento ?

Scientifico e di salute pubblica ?

Gli altri Governi e i loro scienziati  sono insensati  e/ o irresponsabili?


Nel fare gli auguri al leader del PD  Andrea Orlando  sui 14 anni di questo partito della sinistra, ho  fatto  due considerazioni per il Ministro del Lavoro in questo momento strano e critico.

Caro Compagno Orlando
Auguri al Partito democratico.... della Sinistra, 14 anni non sono pochi. Facciamo qualcosa di sinistra, magari con i portuali che devono lottare per milioni di lavoratori a rischio di salute, senza stipendio per un obbligo discusso e discutibile anche scientificamente...come puoi leggere  a seguire nell'appello dei venti.


con centinaia di migliaia di Italiani che non sono ascoltati e magari buttati  in braccio ai forzisti nuovi e a infiltrati vari. I Portuali sono i resti della vecchia classe operaia che voleva andare in paradiso e non all'inferno dove sta precipitando poco allegramente


E quindi si riapre la lotta operaia  democratica e di sinistra

Fate qualcosa di sinistra  per questo compleanno
Grazie

14 ottobre 2021 Vincenzo Valenzi
EVIDENCE BASED MEDICINE DI UNA TRAGEDIA FAMILIARE SOCIALE E INDUSTRIALE EVITABILE
EVIDENCE BASED MEDICINE DI UNA TRAGEDIA FAMILIARE SOCIALE E INDUSTRIALE EVITABILE ed evitata in gran parte dell'Europa.

"I lavoratori senza vaccino potrebbero essere 3-3,5 milioni.
Circa 100.000 tra militari e operativi delle forze dell'ordine, i quali silenziosamente disapplicano l'obbligo vaccinale. Tale obbligo a ciclo completo ha di fatto fallito, come e non solo in Israele, dove  sono alla terza dose a causa  di  78 dei 79 morti con doppia dose nella settimana prima di ferragosto (appello del Premier Bennet per la terza dose). https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=4890604717620541&id=100000131826854

Nelle residenze per  anziani USA , il CDC ha trovato che circa la metà non era più protetta dal ciclo "completo"

Da studi riportati dal Magazzine del Mario Negri, 4 milioni di italiani guariti dal COVID  diagnosticati con tampone e altrettanti non diagnosticati con  tampone, ma pieni di anticorpi, sono dotati di una Immunità uguale o superiore a quella conferita dal vaccino.

Negli USA sono 100 milioni, nei quali,   come afferma l'ex direttore dell'EMA prof. Rasi  “si attiva uno stato di immunità o di esenzione immediata dall' infettare il prosssimo".
Ben ha detto quindi il Sen. Paul  all'avvocato Becerra ,  in audizione al Senato, di smetterla di importunare e minacciare questi americani con richieste e imposizioni di un vaccino inutile per i guariti e anche pericoloso.

Dal Mario Negri leggiamo anche che:
in circa il 30-40% di persone mai entrate in contatto con SARS-CoV-2 erano presenti delle cellule T in grado di riconoscere ed eliminare il virus.

Senza trascurare il dettaglio non banale,  come messo in luce da Oxford, che il vaccino consente agli individui vaccinati, di trasportare cariche virali insolitamente elevate senza farli ammalare all’inizio, trasformandoli successivamente in potenziali super-diffusori asíntomàtici o presíntomàtici

In conclusione
Non ci sono solo i porti a rischio, ai lavori dei quali magnanimamente, il governo dei migliori concederebbe i tamponi gratis, ci sono milioni di famiglie divise tra paure per la salute e sopravvivenza economica, in un caos dilagante, originato da una scelta, esclusivamente italiana, di un lasciapassare sanitario, che (come si evince dalle note  su esposte) ha una debole motivazione scientifica - sanitaria.
Questo è stato evidenziato anche in Audizione al Senato  dal prof. Bizzarri  https://youtu.be/JdDvSodJ2iE  e  Cosentino https://youtu.be/mOYXjruMXg8
Parlamento, Organi di Garanzia e tutti i cittadini ai quali appartiene la sovranità, resposabilmente si attivino per evitare il caos e il disastro.
Il governo dei migliori dimostri di esserlo, al di là di prove di forza che non si addicono alle nobili intenzioni a cui si ispira, impegnandosi su una personalizzazione dei vaccini come si  fa con i farmaci.

13 Ottobre 2021
Vincenzo Valenzi, Sabrina Maio, Marco Colangelo,  Alba Pisani, Giancarlo Cozzutto, Raffaele Basile, Alessandro Bandinelli, Rossana Beccarelli, Diego Righini, Salvatore Oliverio, Tiziana Chierotti, Piergiorgio Spaggiari, Giovanni Fantasia, Elisa Pittelli, Salvatore Maria Mattia Giral, Nino Galloni, Giovanni Rebechi, Nicola Di Meo, Antonella Venezia, Marziano Burioni.
EVIDENCE BASED MEDICINE DI UNA TRAGEDIA FAMILIARE SOCIALE E INDUSTRIALE EVITABILE
ed evitata in gran parte dell'Europa.

"I lavoratori senza vaccino potrebbero essere 3-3,5 milioni.
Circa 100.000 tra militari e  operativi delle forze dell'ordine, che silenziosamente disapplicano l'obbligo vaccinale, che a ciclo completo ha di fatto fallito, e non solo in Israele, visto che sono alla terza dose a causa  di  78 dei 79 morti con doppia dose nella settimana prima di ferragosto (appello del Premier Bennet per la terza dose). https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=4890604717620541&id=100000131826854


Nelle residenze per  anziani USA , il CDC ha trovato che circa la metà non era più protetta dal ciclo "completo"

Da studi riportati dal Magazzine del Mario Negri, 4 milioni di italiani guariti dal COVID  diagnosticati con tampone e altrettanti non diagnosticati con  tampone, ma pieni di anticorpi, sono dotati di una. Immunità uguale o superiore a quella conferita dal vaccino.


Negli USA sono 100 milioni, nei quali,   come afferma l'ex direttore dell'EMA prof. Rasi  “quindi si attiva uno stato di immunità o di esenzione immediata dall' infettare il prosssimo".
Ben ha detto quindi il Sen. Paul  all'avvocato Berrregia,  in audizione al Senato, di smetterla di importunare e minacciare questi americani con richieste e imposizioni di un vaccino inutile per i guariti e anche pericoloso.

Dal Mario Negri leggiamo anche che:
in circa il 30-40% di persone mai entrate in contatto con SARS-CoV-2 erano presenti delle cellule T in grado di riconoscere ed eliminare il virus. Come è possibile che soggetti mai esposti al virus abbiano nel loro corpo cellule T specifiche in grado di rispondergli?

CHI VORREMMO PROTEGGERE  CON LA VACCINAZIONE NON PERSONALIZZATA DI MASSA OBBLIGATORIA TRA UN GREEN PASS E  UN OBBLIGO DI LEGGE PER LAVORARE E VIVERE?!?

Senza trascurare il dettaglio non banale che come messo in luce da Oxford  il vaccino consente agli individui vaccinati, di trasportare cariche virali insolitamente elevate senza farli ammalare all’inizio, trasformandoli successivamente in potenziali super-diffusori asíntomàtici o presíntomàtici
Non ci sono solo i porti a rischio a cui, magnanimamente, il governo dei migliori concederebbe i tamponi gratis.

Ci sono milioni di famiglie divise tra paure per la salute e sopravvivenza economica, in un caos dilagante  in corso, originato da una scelta esclusiva  di un lasciapassare sanitario,  di cui come si può apprezzare nelle brevi note su esposte si vede un debole senso  scientifico e sanitario, come hanno evidenziato anche in Audizione al Senato i prof. Bizzarri  https://youtu.be/JdDvSodJ2iE  e  Cosentino https://youtu.be/mOYXjruMXg8

Parlamento Organi di Garanzia e tutti i cittadini che sono i Sovrani della Nazione e dello Stato, responsabilmente si attivino per evitare il caos e il disastro.

Il governo dei migliori dimostri di esserlo, oltre improprie prove di forza che non si addicono alle nobili intenzioni a cui si ispira.

13 Ottobre 2021
AUDIZIONI SUL COVID AL SENATO DI  
WASHINGTON E ROMA
Audizione sul Covid al Senato degli Stati Uniti sui guariti dal Covid e sui fatti scientifici che danno l'immunità naturale sufficiente a contrastare il COVID senza bisogno di vaccino aggiunto https://www.youtube.com/watch?v=Drxi2CDhjRA            
Qualcosa sta cambiando
Audizioni anche al Senato a Roma
Da cui si vede anche qui un po' di luce nel tunnel virale da cui stiamo uscendo.
Audizione del prof. Mariano Bizzarri https://youtu.be/JdDvSodJ2iE
Audizione del prof. Cosentino al Senato https://youtu.be/mOYXjruMXg8
Oltre le manifestazioni legittime e le provocazioni più o meno organizzate  https://viriathus.net/video-le-prove-delle-infiltrazioni-dei-picchiatori-di-stato/  su cui sarebbe bene indagare in profondità e velocemente, per l’Onore dello Stato e dei suoi Corpi deputati alla Sicurezza Nazionale.
In merito alla determinazione del Ministro Speranza a lasciare tutto come è vale la massima, errare è umano perseverare è diabolico.
In gioco non c’è chi ha ragione (la ragione del potere o il potere della ragione?) ma la sicurezza dello Stato, le attività produttive e la vita sociale e familiare di milioni di Italiani.
Sant’Arcangelo Trimonte 11 ottobre 2021 vv

Il dom 10 ott 2021, 13:25 vincenzo valenzi <vinvalenzi@gmail.com> ha scritto:
8.3 MILIONI DI NON VACCINATI AL MACERO FASCISTA?
A piazza S. Giovanni cantavano gli intillimani a Piazza del Popolo un centinaio di esagitati ha fatto il gioco oscuro di fare casino per conto terzi

Stop caos si ragioni
VACCINI: TAR LIGURIA SI RISERVA SU RICORSO MEDICI NO VAX.   
I TEMI DEL CONTENDERE.
8.3 MILIONI DI NON VACCINATI AL MACERO FASCISTA?
A piazza S. Giovanni cantavano gli intillimani a Piazza del Popolo un centinaio di   esagitati ha fatto il gioco oscuro di fare casino per conto terzi

Stop caos si ragioni

Si scalda il confronto tra i fronti Pro e Free Vax. Il primo round vero e proprio, oltre le meline varie,  si è tenuto presso il TAR di Genova e le posizioni a confronto cominciano a farsi più nitide oltre i polveroni mediatici che non aiutano un confronto che doveva restare scientifico ed epidemiologico per trovare le giuste misure e correggere strada facendo le strategie preventive e terapeutiche.
Si sono riservati di decidere i giudici del Tar della Liguria sul ricorso degli oltre 400 sanitari 'no-vax', presentato tramite l'avvocato Daniele Granara, contro l'obbligo vaccinale.
La difesa degli avvocati delle ASL liguri, sul tema della perdita di efficacia e di sicurezza dei vaccini, ha sostenuto tra l’altro che, “non si possono prendere opinioni da non si sa dove contro l’autorità ufficiale: così ciascuno può proporre la propria versione o opinione, magari presa da Internet.”
Può essere utile segnalare agli avvocati e alla pubblica opinione sempre più disorientata dalla infoedemia dilagante, alcuni dati emergenti dalla letteratura scientifica e istituzionale internazionale a cominciare da un interessante commento agostano di Salvatore Corrao sul report del New York Times sul modello israeliano: dove è finita l’efficacia dei vaccini?   che mette in discussione l’efficacia dei vaccini anti COVID-19 visto l’incremento dei ricoveri nel paese col più elevato tasso di vaccinazione al mondo.    https://www.ilsicilia.it/il-new-york-times-e-il-modello-israeliano-dove-e-finita-lefficacia-dei-vaccini-i-grafici/  
I dati USA del CDC, sono i più duri con la caduta al 53% del tasso di protezione  https://tephiconnect.org/news/464396    mentre anche nel personale sanitario assistiamo ad un picco di contagi sintomatici nel personale sanitario in California https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc2112981?query=featured_home
Anche in Irlanda in un ospedale, circa il 54 % dei ricoverati sono pienamente vaccinati https://www.irishtimes.com/news/health/covid-54-of-hospital-patients-with-virus-are-fully-vaccinated-1.4670229
Il trend israeliano viene confermato dagli allarmi di Bennet che riferisce come  al quinto mese  pare che la difesa vaccinale sia svanita e quindi il premier israeliano  ha lanciato la terza dose, che si spera sia più efficiente delle prime due, che erano state insufficienti, alimentando  una esplosione di contagi, ricoveri e morti tra i vaccinati con due dosi
Per quanto riguarda la prevalenza costituzionale della salute pubblica, da proteggere dal rischio di contagio da COVID, può essere utile rileggere oltre a quanto emerge sopra, anche il dettaglio non secondario che questi 47 milioni (su cento milioni vaccinati)  di americani ad esempio, che hanno perso lo scudo vaccinale, sarebbero contagiosi come e più dei non vaccinati. Leggiamo infatti che dalla ricerca dell’Università di Oxford  emerge che:
“Gli individui vaccinati e successivamente contagiati dal virus SARS-CoV-2 nella sua variante delta hanno nelle loro narici una carica virale 251 volte superiore alla carica virale presente nei contagiati e non vaccinati nel periodo marzo-aprile 2020”.  Il vaccino consente quindi, agli individui vaccinati, di trasportare cariche virali insolitamente elevate senza farli ammalare all’inizio, trasformandoli successivamente in potenziali super-diffusori asíntomàtici o presíntomàtici https://www.tgnews24.com/gli-individui-vaccinati-si-contagiano-tra-loro-lo-sostengono-i-ricercatori-delluniversita-di-oxford /  .
Quindi negli USA e temiamo anche in Israele e forse anche in Europa e in Italia a grandi linee, la possibilità che  venga minacciata la salute pubblica  dal COVID  è condivisa tra vaccinati e non vaccinati.
Entrando nel dettaglio dell’effetto paradosso, legato all’oramai 70-80% di vaccinati nelle popolazioni Occidentali, può essere utile rilevare che tra in non vaccinati c’è una forte presenza di soggetti guariti e/o totalmente asintomatici al COVID che sono immunizzati come e meglio che con il vaccino come riportato buon ultimo stamane, dal Presidente dell’ISS Brusaferro in commissione  parlamentare https://twitter.com/luciomalan/status/1446025915914391552?s=21 e come emerge  da molteplici studi sull’immunità cellulomediata ripresi dalla magazine del Mario Negri.
Una situazione a parte quella dei soggetti che hanno avuto il COVID   anche nei quali dice Rasi “quindi si attiva uno stato di immunità o di esenzione immediata dall' infettare il prossimo”. Vorremmo chiedere  per quali ragioni in questi soggetti, che in Italia tra sintomatici diagnosticati con tampone (circa 4 Milioni )  e altri circa 4 milioni di asintomatici non diagnosticati con tampone, ma dotati spesso di titoli anticorpali altissimi,  perché mai  dovremmo  costringerli  a fare il vaccino  con minaccia di sospensione per sanitari e insegnanti  quando come dice Rasi sono con “…  uno stato di immunità o di esenzione immediata dall' infettare il prossimo” https://www.iltempo.it/politica/2021/09/20/news/guido-rasi-lancia-allarme-contagi-via-green-pass-tamponi-otto-e-mezzo-lilli-gruber-28755322/
Senza dimenticare l'altro gruppone che ha sviluppato una potente immunità cellulare capace di sconfiggere il COVID come riportato dal report del Mario Negri da cui rileggiamo : La scoperta più significativa è però emersa da tre lavori indipendenti che sono giunti alla stessa conclusione: anche in circa il 30-40% di persone mai entrate in contatto con SARS-CoV-2 erano presenti delle cellule T in grado di riconoscere ed eliminare il virus. Come è possibile che soggetti mai esposti al virus abbiano nel loro corpo cellule T specifiche in grado di rispondergli?  https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita            
Forse è il caso di raffreddare il clima e ripensare il da farsi anche per evitare che la situazione precipiti, più di quanto sia caduta ad oggi, dove Flaiano, e scherzi a parte, la situazione in Italia è sempre più drammatica e seria. E può solo peggiorare, con i centomila circa militari e agenti delle forze dell’ordine che dal 15 ottobre resteranno a casa, insieme a milioni di italiani  più o meno lavoranti.
                                                                                         
7 ottobre 2021 Vincenzo Valenzi
Buone notizie FAUCI, CON LA TERZA DOSE AUMENTO
DELLA PROTEZIONE FINO A 44 VOLTE.
Facciamo i titoli anticorpali   o no?
Dati simili a quelli rilevati per il booster Pfizer e indistintamente in giovani e anziani, nei quali si sono avuti drastici aumenti dei livelli anticorpali e della protezione da forme gravi e infezioni". Lo ha detto l'immunologo Anthony Fauci al Congresso dei medici internisti Fadoi.
Un altro studio pubblicato su Lancet e ripreso dal Corriere segnala come    il calo della protezione contro i contagi è del 40%, ma la protezione contro la malattia grave rimane altissima per mesi, al 93% https://bit.ly/3oBNzgJ .
Sulla protezione dai ricoveri e dai decessi sarebbe utile riguardare il caso israeliano che ci informa che sia i ricoveri che i decessi danno dati critici con i 78 su 79 morti con doppia dose la settimana prima di ferragosto che hanno spinto il Premier Bennet a lanciare la terza dose di vaccino a mRNA. C’è da segnalare anche  una certa incidenza di ricoveri come riferito dal Dr. Kobi HAVIV: “Nel mio ospedale l’85-90% dei ricoverati sono persone completamente vaccinate. L’efficacia del vaccino sta svanendo” https://bit.ly/3B4x9B4   .
Da questi dati emerge che la chiave di  volta nella partita contro il COVID  e le sue varianti resta il livello immunitario anticorpale (facilmente misurabile) e cellulare più problematico ad oggi in uso nei centri di ricerca anche se da tempo sono pronti kit per la routine poco promossi https://www.nature.com/articles/s41587-021-00920-9
Con miliardi di vaccini nel mondo poco riconosciuti tra un Paese e l’altro, non si capisce se la lotta al virus sia una partita per la salute pubblica o altro, in quanto in teoria si dovrebbe guardare allo stato di salute e in particolare a quello immunitario per valutare come potenziarlo, con uno studio anticorpale (ripetiamo facile) e  quello cellulomediato. Certamente quando con la terza dose si punta ad amplificare la risposta immune come dice Fauci, se questa risposta immune è già forte (di molte volte i limiti per essere immunizzati), perché insistere in questi casi per fare vaccini quando il paziente  sarebbe già protetto dall’immunità del guarito o da vaccini indiani cinesi russi ecc.
Stiamo lottando contro il virus o contro altro?
Abbiamo appreso che dal 24 settembre i pazienti immunizzati con i vaccini Astra Zeneca prodotti in India  sono  stati resi equipollenti e green passati.
Forse è il caso di estendere anche a quelli cinesi, russi, ecc. che come emerge dalle criticità di quelli approvati da FDA ed EMA non sono poi molto diversi per efficacia e sicurezza, e quantomeno ci sarebbe da valutare caso per caso il livello immunitario di questi soggetti, che non appare saggio punire perché si sono vaccinati come ha fatto il nostro volontario in Giordania con Sinovac e che adesso non può lavorare e vivere in società perché non ha un vaccino buono come quelli che avevamo noi a vettore virale o a mRNA.
All’OMS chiederei se non è il caso di riconsiderare l’indicazione di sconsigliare i titoli anticorpali nella valutazione prevaccinale in particolare della terza dose.
Al Ministero della salute di riconsiderare urgentemente anche la posizione dei milioni di guariti asintomatici che non hanno un tampone positivo che li ha rilevati ma un forte livello anticorpale, molti dei quali sono sospesi in attesa della prima o  seconda dose, che pare da quello che si osserva, non aiuta il sistema immunitario già tirato su (fino a 40 volte sopra il livello ) mentre crea reazioni avverse importanti con un disastro familiare e lavorativo associato da non sottovalutare https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita
L’ Ope legis non sempre aiuta a fare al meglio, alquanto fuori  linea con la famosa personalizzazione delle cure e delle politiche preventive che dovrebbe ispirare la azione di promozione della salute individuale e collettiva.

6  ottobre 2021 Vincenzo Valenzi
C'È STATO UN SOLO MORTO PER VACCINO A mRNA. PIÙ RISCHIOSO IL VIAGGIO IN AUTO FINO ALL'HUB"
“I vaccini sono efficacissimi e estremamente sicuri, hanno evitato una tragedia terribile. Qualcuno è morto per il vaccino? Sì, probabilmente una persona in Nuova Zelanda è morta per miocardite. Così recita a che tempo fa il virologo milanese del San Raffaele  https://trib.al/KthsBhE
Avevamo da poco letto il report del Sole 24 ore che ci diceva cose diverse https://lab24.ilsole24ore.com/numeri-vaccini-italia-mondo/  
“ Nel momento in cui le vaccinazioni nella popolazione raggiungono alti livelli di copertura si verifica il cosiddetto "effetto paradosso", per cui il numero assoluto di infezioni, ospedalizzazioni e decessi può essere simile tra vaccinati e non vaccinati, per via della progressiva diminuzione nel numero di questi ultimi. Cosa che avviene, per esempio, nella fascia di età 80+, dove la copertura vaccinale è superiore al 90%.”
A parte questi dati paradossi ci sono i dati israeliani che ci danno una mortalità globale ben più consistente nei vaccinati con due dosi (io sono debole in statistica, ma credo che 78 su 79 morti con doppia vaccinazione la settimana prima di ferragosto, denunciati da Bennet, siano un dato statistico oltre ogni effetto cosiddetto paradosso  https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=4890604717620541&id=100000131826854
Senza dimenticare i  morti senza cosiddetta correlazione che sono diffusi in Italia, oltre alla ragazza di Sestri Levante che è all’origine della caduta del vaccino a vettore virale https://www.facebook.com/NessunaCorrelazioneFB
C’è una raccolta funerea di ragazzi e adulti morti dopo il vaccino, ma date le considerazioni del virologo milanese, si deve presumere che è da escludere qualsiasi correlazione…. Saranno morte di freddo come quel trentatreenne, pure lui di Israele?
Nella campagna vaccinale dopo aver raggiunto oramai ottanta per cento di vaccinati, bisogna capire se mettere nel conto anche i guariti asintomatici senza tampone positivo (erano asintomatici…andrebbe lapalissianamente che hanno avuto il COVID CON 8-30 VOLTE IL LIMITE INDICATO PER ESSERE IMMUNIZZATI) . Pare che il punto si vada dipanando ma ancora oggi abbiamo sospesi con anticorpi altissimi, per non parlare di altri casi paradossi.
Ma in un mondo globalizzato abbiamo anche i vaccinati in altri paesi con altri vaccini  e dopo l’omologazione degli Astra Zeneca prodotti in India, resta aperta la questione dei tantissimi vaccinati con Sputnik Sinovac ecc. tra cui molti italiani non solo di San Marino https://bit.ly/3ml7qhz
Forse sarebbe saggio rivalutare la posizione di queste persone lige alla vaccinazione, monitorare la loro immunità e decidere se fare una terza dose o rifargli tutto da capo…In fondo se i risultati russo cinesi non erano convincenti , quelli di Astra Zeneca hanno deluso e quelli a mRNA qualche problema di efficacia lo hanno dato, non per niente siamo proiettati sulla terza dose….

4 ottobre 2021 Vincenzo Valenzi
Sileri: “Via il green pass con la fine della pandemia. La quarantena per i vaccinati? Va ridotta subito e poi eliminata”
Con il garbo che lo contraddistingue il prof. Sileri, eminente chirurgo di Tor Vergata e sottosegretario al MiniSalute,  cerca di spiegare alle poche centinaia di migliaia di manifestanti NO GREEN PASS, i motivi di un primato italiano e dice:
Oggi l’Italia è esempio nel mondo, perché grazie al green pass tiene i contagi a un livello estremamente basso“.  : “È proprio grazie al green pass che oggi l’Italia sta andando meglio di tanti altri Paesi occidentali"   https://bit.ly/3EYNKs6
M pare di aver  letto cose diverse, e  anche il confronto con l’estate del 2020 darebbe risultati contraddittori, con un paradossale aumento dei contagi dei ricoveri e dei morti, che dovrebbe farci riflettere, nel mentre LA NORVEGIA FESTEGGIA LA LIBERAZIONE DA TUTTE LE RESTRIZIONI,  NOI... SOSPENDIAMO, SANITARI DOCENTI E A BREVE ANCHE TUTTI I LAVORATORI PUBBLICI E PRIVATI SENZA GREEN PASS. https://www.meteoweb.eu/2021/09/norvegia-festa-liberazione-covid-abolite-tutte-le-restrizioni-foto-e-video/1725157/                          
"Eppure, scrivono su Meteoweb,  l numero dei vaccinati con almeno una dose sull'intera popolazione norvegese è del 75%, identico a quello dell’Italia ma nel nostro Paese abbiamo un dato più alto di vaccinati con ciclo completo. La Norvegia segue Svezia, Danimarca, Regno Unito, Spagna e Portogallo. Per oltre 150 milioni di cittadini europei, infatti, oggi non esiste alcun tipo di limitazione anti Covid, tantomeno Green Pass."

Sileri riesce a comprendere questi 150 milioni di europei e i loro Governi senza Green Pass? Questo sforzo forse potrebbe essere utile anche per superare le difficoltà a capire quanti manifestano contro il Green Pass http://www.uniglobus.it/global-news-1.html
Ai microfoni di “24 Mattino” (Radio24) continua:
“Manifestare è sempre lecito ed è un diritto di tutti, ma la motivazione delle contestazioni contro il green pass la comprendo un po’ meno. Vorrei spiegare a queste persone che il green pass, per come è stato organizzato sia nella parte della vaccinazione, sia nella parte diagnostica coi tamponi, in realtà è uno strumento di libertà“.
Ci sono oltre dieci milioni di Italiani che  hanno difficoltà a capire il GP, tra cui migliaia di colleghi medici  e operatori sanitari, docenti di ogni ordine e grado, decine di migliaia  operatori della sicurezza tra cui la Vicequestore dottoressa Medica Schilirò che pare abbia qualche problema con  i diritti di espressione del suo pensiero.
Molti di questi sono super immunizzati, con alti titoli anticorpali, e in  vari studi è stato  dimostrato che in genere i guariti più o meno asintomatici hanno una immunità superiore ai vaccinati. Molti altri  soggetti  hanno una immunità cellulare capace di battere il COVID come documentato in numerosi studi da Tor Vergata a quelli ripresi dal Mario Negri https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita .
Ma pare che  i titoli anticorpali li prendiamo poco in considerazione e l’immunità cellulare resta nei laboratori di ricerca, e quindi sulla base di logiche immunologiche non chiarissime, obblighiamo a vaccinarsi soggetti dotati di una potente immunità umorale e/o cellulare, magari anche con una terza dose che pare aumenti la forza immunitaria alquanto depressa dopo 5-6 mesi di doppia dose di vaccino.
A questa scelta si oppone in uno slancio free vax  imprevedibile il Panell dell'FDA
Sul perchè la FDA si opponga alla terza dose  potrebbe essere tema di attenta analisi, come anche i rischi benefici della  terza dose del   vaccino e anche del primo nell'infanzia e nell'adolescenza come ci ha ricordato il preside della Facoltà di Medicina di Milano ZUCCOTTI che con   ZANGRILLO E LA FDA sembrano una associazione di FREE VAX DA RADIARE https://bit.ly/2Zu3FhT
Sui vaccinati all’estero apprendiamo che finalmente il Ministero ha reso equipollenti alcuni vaccini di Astra Zeneca prodotti in India e altrove. Ottima notizia. Sarebbe anche utile una rivalutazione della potenza immunitaria di molti altri vaccini, da quelli russi a quelli cinesi, che girano alquanto nel mondo,  e non solo a San Marino https://bit.ly/3EV6cSu , con  milioni di lavoratori missionari  e anche turisti, vaccinati,  che non possono arrivare in Italia senza UNA QUARANTENA E UN NUOVO CICLO VACCINALE, bloccando in particolare il turismo con le conseguenze tragiche per migliaia di imprese che hanno chiuso o vanno chiudendo.  Visti gli scambi scientifici internazionali molto agevoli, una rivalutazione urgente sarebbe indicata. Sileri affronta poi un tasto dolente     
“Circa l’eliminazione della quarantena per i vaccinati, il sottosegretario spiega: “Ci arriveremo, sarebbe auspicabile e di buon senso, ma la toglieremo passando per una ulteriore riduzione”.
Forse sarebbe da evitare la sindrome levantina che veicolava i vaccinati positivi nei reparti di degenza normali magari in stanza singola. I vaccinati purtroppo si contagiano, sono contagiosi, si ricoverano, vanno in terapia intensiva e tragicamente muoiono e forse non solo in Israele, oltre le narrative bulgare vax no vax https://www.irishtimes.com/news/health/covid-54-of-hospital-patients-with-virus-are-fully-vaccinated-1.4670229 .
Infine in merito ai primati italici, dopo le manifestazioni pacifiche (screzi limitati e forse provocati, ad arte, a parte ) del 25 settembre rischiamo una deriva economica sociale e produttiva del Paese con poco più di Nove Milioni di Italiani che fra  qualche giorno non potranno andare a lavorare  e a fare vita sociale .
Nel frattempo,  in Svezia, una popolazione equivalente sperimenta tutt’altro clima fin dall’inizio della pandemia , senza lock down, senza mascherine senza Green Pass,  con risultati statisticamente,  praticamente  alquanto migliori dei nostri con una economia solida  https://www.iltempo.it/attualita/2021/09/14/news/modello-svezia-no-green-pass-meno-vaccinati-italia-soli-38-morti-in-un-mese-terza-dose-28675568/
Mentre ci avventuriamo verso un autunno bollente e pericoloso per l'economia, la società e la sicurezza nazionale,  forse sarà il caso di fermarsi e rivedere quello che stiamo facendo. Avere un Governo dei Migliori dovrebbe servire anche a questo.

27 Settembre 2021 Vincenzo Valenzi
POCHE DECINE… UN CENTINAIO… DI MIGLIAIA DI PERSONE A PIAZZA SAN GIOVANNI SUL GREEN PASS  E LA  SALUTE

Colpisce il silenzio sorpreso dei grandi giornali, che avevano dato il fronte dei resistenti al GREEN PASS sconfitto e marginalizzato, dopo il flop di un  blocco dei treni strano e organizzato da chissà chi. Una piazza San Giovanni gremita non si vedeva dai tempi d’oro delle Sardine e ci si può compiacere per l’addolorato commento di Canale Cinque sulle centinaia di no green pass partecipanti al sit in di Piazza San Giovanni.
Dalle parti di Mediaset i giornalisti debbono avere problemi di vista o di conteggio dei numeri.
Per comodità alleghiamo una foto di una parte della piazza che quando è piena si parla di decine di migliaia di persone anche di centomila come ha detto qualcuno. Si ringrazia Roma Today unico giornale on line ad aver dato la notizia almeno  da quello che si vede  su google. Contiamo che anche gli altri possano riferire più ampiamente della giornata oltre i momenti di tensione che sono stati gestiti brillantemente da un buon servizio d’ordine. https://www.romatoday.it/cronaca/no-green-pass-roma-piazza-san-giovanni-25-settembre-2021.html
Sulla natura politica della Manifestazione ben ha detto il prof. che ha ricordato i professori che non accettarono il consiglio di iscriversi al PNF https://www.fanpage.it/cultura/i-12-professori-che-85-anni-fa-rifiutarono-il-giuramento-fascista/ rilanciando la analisi sulla criticità del momento attuale che vede una richiesta anomala di obbedienza ad una scelta sanitaria di una specie di TSO ,  per avere il lasciapassare e la possibilità di lavorare e di vivere, senza per il vero una solida base scientifica per questa specie di TSO che non è più individuale ma di massa e quasi una esclusiva del nostro Paese, http://www.uniglobus.it/global-news-2.html .
Anche uno dei principali organizzatori ha precisato che associare la piazza al Centro destra era una operazione pindarica essendo  la piazza da Intillimani  a cantare El Pluebo Unido. Uno schieramento trasversale in campo oltre le logiche partigiane tra quanti pensano che bisogna difendere i diritti le libertà e la scienza da pressioni non ben chiare che pesano sul nostro paese, con un certo imbarazzo da parte di molti nel vedere che a difendere le libertà ci stanno i Fratelli d’Italia, mentre quello che rimane della sinistra democratica pare schierato su posizione di difficile comprensione https://www.ansa.it/lazio/notizie/2021/09/24/green-passassessore-lazioradiazione-sanitari-furbetti_66d9422a-918b-4110-8675-123c3472d13a.html .
La questione è eminentemente scientifica e la politica sembra da troppo tempo a ricasco dei vari uomini di guerra che hanno fatto e disfatto quasi alla stregua di un board aziendale come quello della famosa fondazione GSK, al punto che il buon Roberto Burioni comincia a sfilarsi temendo che i numeri propinati non siano realistici o peggio viste le contraddizioni nei dati https://www.facebook.com/1066975173/posts/10223424022683219/ .
Sarà bene essere più seri e attenti agli italiani e a quelli che oggi sono scesi in piazza a Roma e in tutta Italia, oltre che ai vari milioni di italiani che non sembrano vogliano cedere alle pressioni affettuose governative.
A parte le provocazioni e le minacce di  blocchi che vanno presi sul serio e prevenuti,  in quanto non si può bloccare il Paese, ci pensino meglio gli strateghi del Green Pass di guerra al blocco del 25% del personale privato a cui sarà impedito di andare a lavorare e più o meno a vivere in società.
Si sta giocando con il fuoco e come si è visto oggi, tanti italiani sono pronti a sacrificarsi per i loro diritti al lavoro  alla libertà, e alla salute che purtroppo, come è lapalissiano, non vengono protetti dalla doppia vaccinazione  né dal Green Pass, anzi purtroppo il diffondersi dei contagi tra i vaccinati con il Green Pass è forse uno dei veicoli principali alla diffusione del contagio come Israele e Gibilterra dimostrano in modo palmare e come narrano le sorti progressive della terza dose di vaccino che farebbe miracoli,  che non hanno fatto le prime due dosi, con reazioni avverse a breve medio e lungo termine tutte da scoprire http://www.uniglobus.it/global-news-1.html


25 settembre 2021 Vincenzo Valenzi
Adenoviral Vector DNA- and SARS-CoV-2 mRNA-Based Covid-19 Vaccines: Possible Integration into the Human Genome
Nel condividere l’incipit inglese che Vaccination is the single most effective way to reduce deaths and severe illness from COVID-19. Non si può nel contempo condividere che, “Tutti i vaccini e farmaci hanno alcuni effetti collaterali. Questi effetti collaterali devono essere continuamente bilanciati con i benefici attesi nella prevenzione delle malattie. https://www.gov.uk/government/publications/coronavirus-covid-19-vaccine-adverse-reactions/coronavirus-vaccine-summary-of-yellow-card-reporting
Una tempestiva e severa analisi si impone quindi, per valutare il rapporto rischi benefici delle terapie (oltre a quello costi benefici che comincia a preoccupare pure quello), nel contesto di una  analisi critica dell’efficacia delle vaccinazioni in corso, alle prese con la perdita di efficacia  osservata in Israele,  USA,  Cile, Irlanda e altri paesi che spingono alla terza dose di booster, per rilanciare la risposta immunitaria calante  che spalanca le porte all’aggressività e quindi  alla morbilità alla mortalità del COVID e delle sue varianti anche nei vaccinati con doppia dose benché muniti di Green Pass, che forse dovrebbero ispirare una revisione delle nostre politiche sul lasciapassare https://www.avvenire.it/attualita/pagine/due-dosi-vaccino-israele
Nell’analisi dei rischi va rivalutato anche l’impatto dei vaccini a mRNA e a Vettore virale sul patrimonio genetico che,  come abbiamo appreso dalle vicende degli Herpes virus che enigmaticamente si annidano con nano frammenti nel nostro DNA e producono nel tempo infezioni endogene dall’herpes labiale all’herpes zoster. Il timore che qualcosa del genere possa avvenire con i vaccini in uso per il COVID pare sia tutt’altro che remoto come emerge dallo studio di WalterDoerflerab su VIRUS RESEARCH
Tramite il traduttore di google leggiamo tra l’altro che:                                                                  
" La revisione affronta anche i problemi di espressione genica adenovirale residua nei vettori a base adenovirale e il loro ruolo negli effetti collaterali dei vaccini.  Alla fine, si ridurrà a soppesare i possibili rischi di inserimenti genomici di DNA estraneo associato al vaccino e livelli sconosciuti di espressione genica adenovirale trasportata da vettori rispetto alla protezione contro i pericoli del Covid-19. L'RNA SARS-CoV-2 o segmenti di esso, come il gene spike, possono essere trascritti inversamente da trascrittasi inverse codificate LINE-1 o altri fattori, e il DNA così sintetizzato può essere integrato a frequenze e posizioni sconosciute nei genomi dei vaccinati….
….La popolazione umana attualmente partecipa all'esposizione al DNA estraneo in un enorme esperimento. Dopo il completamento delle vaccinazioni in tutto il mondo, dovrebbe essere istituito un programma di sentinella post-vaccinazione per monitorare l'esacerbazione di disturbi umani inaspettati, possibilmente nuovi, in individui vaccinati. Una decisione a favore della vaccinazione contro le malattie potenzialmente letali sembra prudente. Informare il pubblico sulle complessità della biologia sarà una guida affidabile quando si devono prendere decisioni personali sulle vaccinazioni."
A quasi dieci mesi dall’inizio della campagna di vaccinazione anti COVID,  dopo la presa di posizione del comitato scientifico dell'ente regolatorio FDA che  ha bocciato in maniera netta la possibilità di un richiamo per tutti gli over 16, sarà saggio ripensare, a raffreddare gli animi e a guardare a modelli di gestione della Pandemia più soft e magari come dice Silvestri personalizzate https://www.dottnet.it/articolo/32528427/usa-no-alla-terza-dose-di-vaccino-covid-ma-in-israele-funziona/ .
Alcuni esempi che richiederebbero maggiore personalizzazione, oltre a quelli già citati, come i milioni di italiani che hanno titoli anticorpali anti covid alti e altissimi, ma che non hanno avuto sintomi e non hanno avuto un tampone positivo, anche quel 30 -40% di soggetti rilevati in Svezia e altrove  che non hanno contratto il COVID ma hanno difese immunitarie cellulari capaci di neutralizzarlo come riferiscono dal Mario Negri  https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita
Ma non andrebbero abbandonati a se stessi in particolare coloro che all’estero si sono vaccinati con Astra Zeneca  indiano, e altri vaccini come  Sputnick, Sinovac e altri, che rientrando in Italia sono considerati non degni del green pass e dovrebbero rifare la vaccinazione daccapo. Magari un titolo anticorpale e chissà uno studio di immunità cellulare di cui tanto si parla, sarebbero in grado di dirci se sono protetti o meno (come pare non siano più gli israeliani  con doppia dose e gli altri che vanno verso la terza dose con o senza green pass).
Finita la fase eroica del grande consenso alla vaccinazione, oltre alle maniere forti, più o meno suadenti   che pare non scaldino i cuori e la fiducia dei dubbiosi dopo il rilancio iniziale dell’obbligatorietà del Green Pass https://www.tecnoandroid.it/2021/09/24/covid-gimbe-50enni-esitano-calo-tra-i-12-e-il-19-anni-nuovi-vaccini-al-41-977645 forse sarà bene tentare di capire e di gestire le resistenze i dubbi e le paure, con un approccio personalizzato come consigliato da Silvestri.  Parliamo di milioni di italiani tra cui molti professionisti della sanità e docenti di tutte le scuole oltre a decine di migliaia di uomini e donne delle forze dell’Ordine, che hanno forse buone ragioni per temere, a fronte dei risultati di Israele che sono i più nitidi https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=4890604717620541&id=100000131826854 che dimostrano che la doppia vaccinazione non ha funzionato, che  anzi bisogna andare alla terza che non sappiamo che effetti avrà come segnalato dalla FDA che ha  bloccato in ampie fasce della popolazione la proposta dei consulenti  del Presidente.
Ad una settimana dalla dead line, che segnerà uno delle più grandi fratture del dopoguerra italiano, mentre altrove vivono tranquillamente la nuova fase della Pandemia dalla Germania all’Inghilterra,  dalla Danimarca alla Svezia , forse sarà saggio ripensare alle scelte fatte, guardandosi intorno anche nella nostra UE dove non è bene che siamo troppo i primi …..

24 Settembre 2021 Vincenzo Valenzi
info@uniglobus.it
Created by Marziano
Torna ai contenuti