Global News 5 - global news

Da 50 anni, una storia che continua...
Vai ai contenuti
FESTEGGIANDO GLI 82 ANNI DELL’OLD BOY DELLA FISICA ALLAN WIDOM
Per evitare altri falsi friends, scrivo direttamente in italiano, non vorrei finire di guastare la festa per gli 82 anni di Allan Widom che secondo fonti ben  informate, sarebbe con Einstein, uno dei più grandi fisici di ogni tempo.

Allan come il suo collega e amico Giuliano Preparata, che Mikhail Zhadin, aveva definito con Galilei e Fermi il trio che aveva dato all’Italia la leadership mondiale sulla Fisica teorica, pare dotato di una potenza di calcolo e di analisi dei fenomeni  che li ha messi in grado di scrivere nuove pagine del Libro della Natura, anche in settore considerati off limits come buon ultimo la Fusione Fredda e la Memoria dell’Acqua.

Fusione Nucleare “Fredda” per modo di dire, quando nelle celle di Stremmenos si sono raggiunte temperature di migliaia di gradi in processi ad oggi non controllabili e non riproducibili, come serve per passare dal laboratorio alla produzione. Fusione Fredda come fonte di energia a basso impatto ambientale che servirebbe tanto in questi giorni di tensioni energetiche alle stelle.

Se ne era parlato al CIRPS nella foto che vede Allan fare il suo intervento e se ne era parlato in un Seminario Aereonautico in vista di un progetto strategico che abortì grazie alla bassa coerenza nel sistema scientifico e alle pressioni terze di vario grado.

Mentre sulla Fusione Fredda pare proprio che siamo lontani da applicazioni efficaci e di mercato,

per la ancora più malfamata Memoria dell’Acqua, tra lo stupore dei vitelloni più o meno allegri del COMITATO PER GLI IG NOBEL, e degli Ortodossi (scientifici non religiosi…), quelli che leggono nei trattati cosa c’è di ufficiale nei lavori sperimentali e nelle teorie, ci troviamo di fronte ad applicazioni tecnologiche diagnostiche e applicative che sviluppando il titanico lavoro di Reinold Voll e di Morell &Rash, che trovò una base negli esperimenti di Benveniste Montagnier, hanno cambiato il corso della conoscenza dei fenomeni biologici, aprendo una finestra negli stati di omeostasi biologica meglio definibili come stati entropici  e/o Coerenti, che sono concetti fisici che ben si applicano ai sistemi biologici alla malattia e alla cura come cercò di spiegarci Giuliano Preparata nella sua ultima lezione alla Sapienza di Roma http://www.cimb.me/materiali.html nella sua conferenza QED and Medicine.

I lavori di Allan Widom,  continuano miracolosamente, nonostante le debolezze umane vorrebbero confinarlo, come facevano con Giuliano Preparata che, mentre Lavorava al Confinamento dei Quark i suoi stimati colleghi lavoravano al confinamento di Preparata.

Gli ultimi lavori di Allan e colleghi  https://iopscience.iop.org/issue/1755-1315/853/1  pongono le basi per poterla smettere con amenità parascientifiche ortodosse e cominciare a discutere seriamente di omeostasi e malattia in senso entropico e/o coerente e a verificare il potenziale tecnologico emergente per la salute umana.
Spero che Allan  possa tornare a occuparsi presto anche di Fusione Fredda meglio detta LENR https://www.vglobale.it/?s=fusione+fredda  , con il freddo che fa e con i venti di guerra in corso c’è ne sarebbe bisogno.

Dal Central Park di Prato Vincenzo Valenzi
Ps oggi otto marzo  un pensiero a tutte le donne che hanno combattuto per la libertà e l’uguaglianza
Di quelle battaglie per la Giustizia  che solo il loro amore e la loro coerenza può darci, c’è ne sarà ancora bisogno in questi tempi equivoci. Con l’occasione festeggio il mio compleanno sempre oggi lavorando a queste nuove cose fuori dalle leggi della fisica, come scrisse Maddox dell’esperimento di Benveniste nell’editorial reservation su NATURE, senza molta vergogna.
DA PRATO A SANT'ARCANGELO TRIMONTE DI  BENEVENTO
DA PRATO A SANT'ARCANGELO TRIMONTE DI  BENEVENTO MENTRE INFURIA LA BUFERA E NON SOLO METEOROLOGICA IN EUROPA.

STAMANE PER LAVARE UN IMPERMEABILE COLOMBICO,  MI HANNO CHIESTO IL GREEN PASS SENZA IL QUALE POTEVO GIRARE ZOZZO, MENTRE ALTRI MILIONI DI ITALIANI SENZA GREEN PASS (ANCHE CON DUE DOSI)  SONO IMPEDITI QUASI OVUNQUE DAL BAR AL RISTORANTE, DAL BUS AL TRENO, DALLA POSTA ALLA PALESTRA, FERMI A CASA, SOSPESI DAL LAVORO , ANCHE MIGLIAIA DI MILITARI, SANITARI, AGENTI, MENTRE INFURIA LA GUERRA IN EUROPA E IL MIGLIORE CHIEDE UNITÀ....

DOPO AVER IMPOSTO LA FIDUCIA SU UN DECRETO CHE FORSE CONFONDE LE EMERGENZE ....

ROVINANDO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI FAMIGLIE  PER UN VACCINO CHE FUNZIONICCHIA E SI SCIOGLIE COME NEVE AL SOLE, SBRACANDO DAVANTI A OMICRON, CON UNA QUARTA DOSE CHE CONVINCE POCO TRANNE GLI ALFIERI DI GUERRA

SARÀ IL CASO DI SVEGLIARSI DAL SOGNO EMERGENZIALE DI GLAXO
ADESSO E NON SOLO A KIEV, CI SONO EMERGENZE VERE


Dalla neve di Sant'Arcangelo Trimonte
Vincenzo Valenzi


QUALE EMERGENZA ABBIAMO IN ITALIA QUESTA MATTINA CHE I MIGLIORI VOGLIONO LA FIDUCIA O MANDANO A CASA PURE I PARLAMENTARI CON I NON VACCINATI?          
Sempre di più C’è chi dice no  (https://www.youtube.com/watch?v=S_9vGklQQeo)
Dopo molto tempo mi ritrovo d’accordo con il Primario di Malattie Infettive di Genova    che chiede di tornare alla scienza abbandonando le ideologie  https://www.ilgiornale.it/news/cronache/covid-bassetti-striglia-governo-basta-ideologie-seguiamo-2012611.html   che alimentano errori vari, ispirati tra gli altri dai bottegai di guerra, non quella dell’Est, ma quella di Ranieri e delle sue partecipate  fondazioni benefiche https://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=66500 di cui trovate la presentazione su FORMICHE in fondo al pezzo,   che  è utile ricordare fosse ben partecipata ad altissimo livello, anche senza il suo leader transitato a Ginevra.
Così mentre l’Europa e in particolare l’Ucraina il cui Parlamento ieri ha dichiarato lo stato d’emergenza, anche in Italia è convocato il Parlamento per la richiesta della proroga dello Stato di Emergenza, per la guerra ad EST…  pare di no.
No, restiamo in stato di emergenza per una Pandemia strafinita praticamente ovunque in Europa, con tutte le forze economiche sociali e militari rimesse in campo a rilanciare le economie e affrontare le nuove crisi, mentre nel Belpaese continua la caccia all’Uomo che ha dubbi, su un vaccino che ha deluso tanti che hanno fatto due dosi  (senza green pass “rafforzato” e anche quelli che ne hanno fatto tre che si debbono preparare alla quarta che non li convince affatto,.
Non continua a convincere of course, neanche  quelli che dovrebbero cominciare con la prima dose di vaccino palesemente non salvifico,  anzi  con tanti incidenti post vaccino  senza la cosiddetta nessuna correlazione  https://www.facebook.com/NessunaCorrelazioneFB
con questo film suddetto di fronte dovrebbero continuare a chinare la testa, altrimenti vengono costretti a casa  senza stipendio come  pare vorrebbero fare stamattina con i parlamentari a cui si è chiesta la fiducia cieca, non potendo discutere perché c’è una fretta di guerra, guerra che c’è vera, che comunque sembra non far parte dell’oggetto della fiducia di stamane, https://www.iltempo.it/politica/2022/02/23/news/governo-pone-la-fiducia-decreto-covid-obbligo-vaccinale-bagarre-camera-alternativa-lancio-fogli-ministro-d-inca-30583708/
A fronte di tanta scienza di Guerra, che il vecchio virologo francese aveva cercato di contrastare https://lacura.org/blog/2022-02/memoria-di-luc-montagnier ,anche i più miti e allineati parlamentari sembrano in difficoltà, con  gli elettori  oramai disorientati a fronte di tanto migliorismo dell’ultima ora,  e con  la paura di tornare a casa, divisi tra la coscienza e l’obbedienza come quel milione e passa di italiani che i “Migliori” hanno chiuso in casa senza stipendio in attesa che finiscano, se non obbediscono e si piegano,  anche in mezzo a una strada
mentre L’Europa festeggia il ritorno alla normalità vera,  non quella a chiacchiere del Migliore dei Migliori, mentre  si gonfiano i venti di Guerra nel Granaio dell’Europa e si richiamano ovunque i riservisti
Tutto ciò accade oniristicamente, mentre il tempo delle vacche grasse e quello delle mele sono purtroppo finiti.

24 Febbraio 2022, Dal Central Park di Prato Vincenzo Valenzi.
MATTARELLA: "GRATI AL PERSONALE SANITARIO, SEMPRE IN PRIMA LINEA"
Papa all'Angelus: "Medici e infermieri eroi, un grazie grande".
Plaudiamo ancora una volta per i massimi riconoscimenti all’impegno degli operatori sanitari, da sempre in prima e in particolare in questi due anni di COVID che hanno visto centinaia di vittime mediche in particolare nel primo anno.
L’arrivo fulmineo dei vaccini, bruciando mirabilmente tutte le tappe, e autorizzati in via emergenziale o condizionata, hanno creato  molti  dubbi in  molti di questi eroi, che sono anche dei fini scienziati, buon ultimo Luc Montagnier che è scomparso l’8 febbraio,   https://lacura.org/blog/2022-02/memoria-di-luc-montagnier
confermati anche dal ritiro dei vaccini a vettore virale di Astra Zeneca e J&J  , associati a gravi reazioni avverse la più triste delle quali colpì la diciottenne di Sestri Levante dopo l’Open Day del 25 maggio, Iceberg di un  numero imprecisato di decessi ,reazioni avverse gravi non correlabili, a parere dei cosiddetti esperti, ai vaccini,  in un gioco sui numeri imbarazzante anche per quanto riguarda i morti da  e /o con COVID   http://www.uniglobus.it/globalnews-foto-video.html  
In questo scenario colpisce che , mentre gran parte dell’Europa toglie  le limitazioni  che hanno caratterizzato la pandemia,  con in testa la Gran Bretagna https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/21/gb-il-premier-johnson-annuncia-la-fine-di-tutte-le-restrizioni-anti-covid-da-giovedi-24-i-positivi-potranno-circolare-liberamente/6502126/
Il  Governo dei Migliori  invece, con qualche scossa parlamentare importante, continua la caccia   ai non vaccinati ultracinquantenni, ai sanitari e ai dipendenti pubblici che resistono alle cure vaccinali che, anche qui alla quarta dose in un anno, è palese che non hanno mantenuto le promesse di quel 90% di successi, sull’onda dei quale era partita una delle più grandi campagne vaccinali della Storia. Campagne che vengono rilanciate dal consigliere del Ministro, già Presidente dell’ISS ai tempi di Guerra e della strage di bambini per morbillo a Londra su cui ancora non si indaga a sufficienza http://www.uniglobus.it/inchieste-virali.html

Ricciardi si era già espresso con ilarità avverso il Cancelliere Britannico, come molti commentatori televisivi, che passano il tempo a ironizzare sui banchetti londinesi in Lock down.

Dall’alto dei suoi studi scientifici lo possiamo capire, lui che ironizza sul Nobel Francese della virologia e sui colleghi di Cambridge e Oxford che consigliano Bo Jo, che si sarà scelto consiglieri scientifici di bassa lega, per determinare le sue politiche sanitarie, non all’altezza del CTS ovviamente, o dello stratega Guerra, fine scienziato dei piani pandemici, vecchi e nuovi, che da Ginevra metteva in cantina la storia dell’Immunologia e delle leggi sanitarie, che ci dicono che quando si è guariti da una infezione, si è esenti dalle vaccinazioni per la stessa infezione virale o batterica che sia .
Così mentre l’Europa  vola libera con il turismo a gonfie vele , noi chiudiamo e svendiamo il patrimonio alberghiero e turistico
https://www.ilmessaggero.it/roma/news/roma_hotel_400_chiusi_abusivi_lavorano_super_green_pass-6516907.html  con la sospensione dal lavoro e dallo stipendio ancora di  1,3 milioni di over 50 senza dosi. Costa: «L’obbligo potrà essere prorogato oltre giugno» https://amp24.ilsole24ore.com/pagina/AE2QBuEB

Tra questi, decine di migliaia di quelli che il Papa ha definito "Medici e infermieri eroi” che hanno combattuto durante lo Tsunami  delle prime ondate, spesso cadendo sul fronte COVID, e che adesso quando è tutto finito, con l’immunità di Omicron  e  il depotenziamento del virus, si continua a mortificare ed affamare per fargli fare un vaccino  che non basta neanche con tre dosi. C’è qualcosa che non va https://www.youtube.com/watch?v=b161PFm-bp

23 Febbraio 2022 Vincenzo Valenzi
Fin da ora dobbiamo investire in misure strutturali, interventi non farmacologici...Fare ambienti salubri".
Anche rilanciare le aree climatiche di pregio come BRIANCON  POLI ECC. https://www.facebook.com/groups/inchiesterai3/permalink/1858493581206773/

POSSIBILI TEMPESTE GEOMAGNETICHE G1 IL 20 FEBBRAIO: UNA CIR COLPIRÀ IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE  https://www.vglobale.it/2022/02/18/che-influenza-puo-avere-una-tempesta-magnetica-sulla-salute/
Black-out temporanei nelle reti elettriche e nei sistemi satellitari di comunicazioni… e sui sistemi bioelettrici umani, ecg, eeg, emg ecc. e sui sistemi immunitario e coagulativo?
Di questi temi se ne era occupato Giorgio Piccardi i cui studi continuano ad Est   nell’area di COSMOS AND BIOSPHERE  https://www.vglobale.it/2019/09/26/la-sfida-della-scienza-tra-cosmo-e-biosfera/ Se ne riparlerà  venerdì 22 aprile a Firenze in occasione della Giornata di Studio sull’ATTUALITA’ DEL CONTRIBUTO DI GIORGIO PICCARDI ALLA CHIMICO FISICA DEI PROCESSI BIOLOGICI  coordinata  dal Segretario Generale del CIFA Prof. Paolo Manzelli
Mentre aspettiamo una nuova tempesta magnetica solare che può causare blackout temporanei nelle reti elettriche o nei sistemi satellitari di comunicazioni https://www.meteoweb.eu/2022/02/possibili-tempeste-geomagnetiche-g1-il-20-febbraio/1764200/
ci si può domandare che impatto abbiano queste tempeste sul clima terrestre sui sistemi chimici organici e inorganici e globalmente sugli equilibri della salute, anche umana, dalla coagulazione agli infarti, alle sindromi neurologiche, alle epidemie, ecc. studiate anche dalla Scuola Russa di Novosibirsky con un dispositivo bioelettrico che fu approvato dal Ministero della Sanità di Mosca  https://www.iiimb.me/materiali.html che misura lo stato elettrico sui Meridiani cinesi o Nadi come li chiamano gli indiani sulle cui antiche tecniche di terapia si terrà il terzo  corso di perfezionamento all’Università di Siena https://www.agopunturaintegrata.it/corso-di-perfezionamento-universitario.html
Se ne era occupato il grande chimico Fiorentino Giorgio Piccardi (direttore dell’Istituto di Chimico Fisica fino al 1965) che poi con l’ingegnere Carmen Capel Boute della ULB di Bruxelles fondò il CIFA  https://www.iiimb.me/cifa.html , con il quale continuano con difficoltà  le attività scientifica sui sistemi chimico fisici  fenomeni fluttuanti che incidono sugli equilibri nei sistemi complessi come evidenziò il Piccardi, nelle soluzioni di tetracloruro di bismuto e come studia il Gruppo di Boris Vladimirsky, ancora con  gli Storm Glass, che cambiano il loro stato di precipitazione dei Sali di canfora in soluzione in risposta alle variazioni atmosferiche locali e si suppone cosmiche come la tempesta in arrivo https://link.springer.com/article/10.1134/S0001433810080025 .
Mentre il nostro mondo industrializzato affronta la TRANSIZIONE ECOLOGICA, con l’obiettivo di orientare i processi produttivi ed energetici verso una maggiore compatibilità ambientale e  biologica, può essere utile allargare gli studi sugli effetti del CLIMA COSMICO SOLARE E LUNARE IN PARTICOLARE sui processi biologici e sulla fisiopatologia umana in particolare  anche per precisare la natura chimico fisica dei climi inquinati e dei climi terapeutici,  il cui studio  va riprendendo quota durante la Pandemia del COVID, che ha dimostrato il ruolo delle condizioni climatiche ambientali sulle difese immunitarie, sull’aggressività di virus e batteri, ecc.
Sul possibile ruolo di alcuni climi nella prevenzione e nella cura delle malattie oltre la Tubercolosi,  che  con i sanatori  sono stati un pilastro delle cure mediche fino all’avvento degli antibiotici, si va ragionando di nuovo dopo la sconfitta sul fronte il COVID e potrebbero  potrebbero tornare in Auge,  come accaduto già  a Briançon per l’asma con il grande lavoro di Hassan Razzouk  https://www.vglobale.it/2014/07/03/e-morto-il-padre-della-climatologia-medica/  e nell’ex Unione Sovietica grazie a Vadym Berevzosky  con i suoi studi sull’incidenza 100 volte superiore di malattie nei bambini di Kiev, rispetto a quelli di un altipiano dell’Asia Centrale vicino a Samarcanda https://www.iiimb.me/files/07-cembreum.pdf
C’è bisogno di scienza e di nuovi pionieri come Giorgio Piccardi, Mariano Messini, Hassan Razzouk, per andare oltre le conquiste del NOVECENTO  e delle  superspecializzazioni in particolare mediche, che vanno smarrendo la  visione globale della Natura e  della Vita  che sono  un Tutto interdipendente tra le loro  mille parti.
Decifrare ciò che tiene unite le cose in modo coerente ed efficace, è tra gli obiettivi del lavoro che, sulla scia di Giuliano Preparata  e Giorgio Piccardi,  https://www.iiimb.me/coherence-2021.html si vuole continuare a fare, anche con la giornata fiorentina sul titanico lavoro di Giorgio Piccardi che ad EST è considerato uno dei numero uno della Scienza di ogni tempo.
Le attività solari e il clima cosmico come riferiscono dalla Scuola Russa https://www.iiimb.me/files/UNO-1-TROFIMOV,VALENZI-solar-activity--metheoropaty-and-covid-19--1-.pdf  hanno impatti rilevanti come il clima e l’ambiente locale sulla salute e sulla potenza immunitaria, che bisogna stimolare e proteggere per il suo ruolo decisivo nella lotta contro le infezioni.
Sul tema caldo della Potenza immunitaria uno sguardo attento all’ultimo articolo di LANCET sarebbe prezioso per evitare altre complicazioni gravi
Health-care workers recovered from natural SARS-CoV-2 infection should be exempt from mandatory vaccination edicts   https://www.thelancet.com/journals/lanrhe/article/PIIS2665-9913(22)00038-8/fulltext
Lavoro che sarebbe bene fosse considerato meglio dalla Comunità Scientifica tricolore e dal  CTS e dal  Governo che dovrebbe riflettere attentamente per trarne le debite conclusioni, insieme al  rilancio della ricerca sui tanti climi terapeutici che persistono dalle Alpi alla Sila, dalle Coste alle Isole, senza dimenticare i borghi come Poli, dove con una clinica per anziani,  non hanno avuto un morto per COVID, come durante la Peste del 600.

18 Febbraio 2022 Vincenzo Valenzi


POSSIBILI TEMPESTE GEOMAGNETICHE G1 IL 20 FEBBRAIO:
UNA CIR COLPIRÀ IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE  
Black-out temporanei nelle reti elettriche e nei sistemi satellitari di comunicazioni… e sui sistemi bioelettrici umani, ecg, eeg, emg ecc. e sui sistemi immunitario e coagulativo?
Di questi temi se ne era occupato Giorgio Piccardi i cui studi continuano ad Est   nell’area di COSMOS AND BIOSPHERE  https://www.vglobale.it/2019/09/26/la-sfida-della-scienza-tra-cosmo-e-biosfera/ Se ne riparlerà  venerdì 22 aprile a Firenze in occasione della Giornata di Studio sull’ATTUALITA’ DEL CONTRIBUTO DI GIORGIO PICCARDI ALLA CHIMICO FISICA DEI PROCESSI BIOLOGICI  coordinata  dal Segretario Generale del CIFA Prof. Paolo Manzelli
Mentre aspettiamo una nuova tempesta magnetica solare che può causare blackout temporanei nelle reti elettriche o nei sistemi satellitari di comunicazioni  https://www.meteoweb.eu/2022/02/possibili-tempeste-geomagnetiche-g1-il-20-febbraio/1764200/
ci si può domandare che impatto abbiano queste tempeste sul clima terrestre sui sistemi chimici organici e inorganici e globalmente sugli equilibri della salute, anche umana, dalla coagulazione agli infarti, alle sindromi neurologiche, alle epidemie, ecc. studiate anche dalla Scuola Russa di Novosibirsky con un dispositivo bioelettrico che fu approvato dal Ministero della Sanità di Mosca  https://www.iiimb.me/materiali.html che misura lo stato elettrico sui Meridiani cinesi o Nadi come li chiamano gli indiani sulle cui antiche tecniche di terapia si terrà il terzo  corso di perfezionamento all’Università di Siena https://www.agopunturaintegrata.it/corso-di-perfezionamento-universitario.html
Se ne era occupato il grande chimico Fiorentino Giorgio Piccardi (direttore dell’Istituto di Chimico Fisica fino al 1965) che poi con l’ingegnere Carmen Capel Boute della ULB di Bruxelles fondò il CIFA  https://www.iiimb.me/cifa.html , con il quale continuano con difficoltà  le attività scientifica sui sistemi chimico fisici  fenomeni fluttuanti che incidono sugli equilibri nei sistemi complessi come evidenziò il Piccardi, nelle soluzioni di tetracloruro di bismuto e come studia il Gruppo di Boris Vladimirsky, ancora con  gli Storm Glass, che cambiano il loro stato di precipitazione dei Sali di canfora in soluzione in risposta alle variazioni atmosferiche locali e si suppone cosmiche come la tempesta in arrivo https://link.springer.com/article/10.1134/S0001433810080025 .
Mentre il nostro mondo industrializzato affronta la TRANSIZIONE ECOLOGICA, con l’obiettivo di orientare i processi produttivi ed energetici verso una maggiore compatibilità ambientale e  biologica, può essere utile allargare gli studi sugli effetti del CLIMA COSMICO SOLARE E LUNARE IN PARTICOLARE sui processi biologici e sulla fisiopatologia umana in particolare  anche per precisare la natura chimico fisica dei climi inquinati e dei climi terapeutici,  il cui studio  va riprendendo quota durante la Pandemia del COVID, che ha dimostrato il ruolo delle condizioni climatiche ambientali sulle difese immunitarie, sull’aggressività di virus e batteri, ecc.
Sul possibile ruolo di alcuni climi nella prevenzione e nella cura delle malattie oltre la Tubercolosi,  che  con i sanatori  sono stati un pilastro delle cure mediche fino all’avvento degli antibiotici, si va ragionando di nuovo dopo la sconfitta sul fronte il COVID e potrebbero  potrebbero tornare in Auge,  come accaduto già  a Briançon per l’asma con il grande lavoro di Hassan Razzouk  https://www.vglobale.it/2014/07/03/e-morto-il-padre-della-climatologia-medica/  e nell’ex Unione Sovietica grazie a Vadym Berevzosky  con i suoi studi sull’incidenza 100 volte superiore di malattie nei bambini di Kiev, rispetto a quelli di un altipiano dell’Asia Centrale vicino a Samarcanda https://www.iiimb.me/files/07-cembreum.pdf
C’è bisogno di scienza e di nuovi pionieri come Giorgio Piccardi, Mariano Messini,  Hassan Razzouk, per andare oltre le conquiste del NOVECENTO e delle  superspecializzazioni in particolare mediche, che vanno smarrendo la  visione globale della Natura e  della Vita  che sono  un Tutto interdipendente tra le loro  mille parti.
Decifrare ciò che tiene unite le cose in modo coerente ed efficace, è tra gli obiettivi del lavoro che, sulla scia di Giuliano Preparata  e Giorgio Piccardi,  https://www.iiimb.me/coherence-2021.html si vuole continuare a fare, anche con la giornata fiorentina sul titanico lavoro di Giorgio Piccardi che ad EST è considerato uno dei numero uno della Scienza di ogni tempo.
Le attività solari e il clima cosmico come riferiscono dalla Scuola Russa  https://www.iiimb.me/files/UNO-1-TROFIMOV,VALENZI-solar-activity--metheoropaty-and-covid-19--1-.pdf  hanno impatti rilevanti come il clima e l’ambiente locale sulla salute e sulla potenza immunitaria, che bisogna stimolare e proteggere per il suo ruolo decisivo nella lotta contro le infezioni.
Sul tema caldo della Potenza immunitaria uno sguardo attento all’ultimo articolo di LANCET sarebbe prezioso per evitare altre complicazioni gravi Health-care workers recovered from natural SARS-CoV-2 infection should be exempt from mandatory vaccination edicts https://www.thelancet.com/journals/lanrhe/article/PIIS2665-9913(22)00038-8/fulltext
Lavoro che sarebbe bene fosse considerato meglio dalla Comunità Scientifica tricolore e dal  CTS e dal  Governo che dovrebbe riflettere attentamente per trarne le debite conclusioni, insieme al  rilancio della ricerca sui tanti climi terapeutici che persistono dalle Alpi alla Sila, dalle Coste alle Isole, senza dimenticare i borghi come Poli, dove con una clinica per anziani,  non hanno avuto un morto per COVID, come durante la Peste del 600.

18 Febbraio 2022 Vincenzo Valenzi

LA SVIZZERA CHIUDE LA DISAVVENTURA GREEN. I MIGLIORI FANNO DERAGLIARE IL BELPAESE
DOPO MONTAGNIER OSCURANO GENTILONI?
Per fortuna che c'è il faro di Ricciardi che illumina Speranza e continua a dare lezioni di scienza e di vita agli inglesi https://www.iltempo.it/attualita/2022/02/15/news/laria-che-tira-francesco-borgonovo-azzanna-walter-ricciardi-super-green-pass-vaccino-giorno-della-vergogna-30491042/
Robe da legione straniera de noantri https://www.facebook.com/groups/inchiesterai3/?ref=share
16.2.22 vv

15 FEBBRAIO 2022 MENTRE IL MONDO ESCE DAL TUNNEL DEL COVID, I MIGLIORI BLOCCANO E AFFAMANO UN ALTRO   MILIONE E MEZZO DI ITALIANI ATTIVI  E FAMIGLIE.


La scienza dice tutt'altro come  riportato dal Virologo della Bocconi Broccolo ieri sera a Quarta Repubblica, e come ci ha insegnato Montagnier https://www.facebook.com/groups/inchiesterai3/permalink/1854929571563174/


Al meglio ci sarà una fine?

Compagno Speranza guardi da allievo del  Migliore o segui la scia della Ministra di Guerra https://youtu.be/gSasDe-Xf9o e dell'allora vigilante Presidente distratto dell'ISS?

Ti metto una canzone di Toscanini, chissà  se ti ricorda qualcosa: https://youtu.be/15Nht-_smm8

15 FEBBRAIO 22 Vincenzo Valenzi
15 FEBBRAIO 2022 MENTRE IL MONDO ESCE DAL TUNNEL DEL COVID, I MIGLIORI  BLOCCANO E AFFAMANO UN ALTRO  MILIONE E MEZZO DI ITALIANI ATTIVI  E FAMIGLIE

La scienza dice tutt'altro come  riportato dal Virologo della Bocconi Broccolo ieri sera a Quarta Repubblica, e come ci ha insegnato Montagnier: https://www.facebook.com/groups/inchiesterai3/permalink/1854929571563174/


Al meglio ci sarà una fine?

Compagno Speranza guardi da allievo del  Migliore o segui la scia della Ministra di Guerra https://youtu.be/gSasDe-Xf9o e dell'allora vigilante Presidente distratto dell'ISS?

Ti metto una canzone di Toscanini, chissà  se ti ricorda qualcosa: https://youtu.be/15Nht-_smm8

15 FEBBRAIO 22 Vincenzo Valenzi

MISERIA E NOBILTA’ NELLA MORTE DEL GRANDE SCIENZIATO FRANCESE LUC MONTAGNIER NEI SILENZI E NELLE DIMENTICANZE DI LE MONDE
Lo squadrone di Le Monde e quelli di tutti i media francesi europei e internazionali, hanno dovuto attendere 48 ore per scoprire che il più importante Nobel Francese vivente era morto, aspettando un’altra fonte per confermare la notizia https://www.lemonde.fr/le-monde-et-vous/article/2022/02/11/pourquoi-le-monde-a-attendu-avant-d-annoncer-la-mort-de-luc-montagnier_6113272_6065879.html
Ma nelle precisazioni sulla velocità lumachevole nel dare la notizia, non ha perso occasione per continuare a disinformare sul passaggio fondamentale nella vita scientifica del Nobel Francese che,  ben prima di passare da Stoccolma aveva già iniziato a lavorare sulla frontiera di ricerca dell’altro grande scienziato francese,  non nominato dal più importante giornale di Francia, Jacques Benveniste, come testimonia la partecipazione di Montagnier all’inaugurazione degli Archivi Benveniste di Lugano nel 2007 https://www.youtube.com/watch?v=CuQtvjBuavI .
Così, senza imbarazzo e vergogna, Le Monde continua con la narrativa che spiegherebbe su Montagnier un perverso effetto del Nobel, che lo avrebbe evidentemente portato a caccia di farfalle pseudoscientifiche, sulla cattiva strada.
Le Monde insiste ancora precisando meglio le date alla grossa:
“ Ma negli anni 2010, allontanandosi dalle sue aree di competenza e consenso scientifico, ha difeso teorie e affrontato campi di ricerca a dir poco controversi.”
Per comodità di Le Monde segnaliamo un documentario sulla Water Memory (2014 Documentary about Nobel Prize laureate Luc Montagnier)   https://youtu.be/R8VyUsVOic0  dove a grandi linee viene presentata la vicenda impronunciabile (memoria dell’acqua).
Il dramma contemporaneo, che caratterizza la decadenza della Comunità Scientifica, forse troppo seduta nei trionfi del Novecento e nei vantaggi del potere tecnocratico para accademico, con la tendenziale perdita della Mission di ricerca dell’Ignoto, tipica delle Università, é l’attacco più o meno preventivo a tutto ciò che è fuori dal coro “scientifico”.
Così come accadde a Lugano 15 anni fa, quando  fu dato ordine di far saltare tutto e di silenziare il l’asse scientifico  Benveniste Montagnier. Ordine di scuderia   che continua, con la telenovela triste, dei sofferti coccodrilli dedicati al più grande virologo contemporaneo, che é opportuno ricordare, non è per niente isolato nella comunità scientifica, quando da Cambridge con l’altro grande Nobel vivente europeo (ha solo scoperto la superconduttività) si parla di questi temi difficili  da digerire, in  un mondo che ha perso il gusto della sfida scientifica    'Memory of Water and Ordering Mechanisms in Nature’ (Brian D Josephson)  https://www.youtube.com/watch?v=sd5ME_H6FmE
Non solo Nobel europei, ma tante altre parti del Mondo  scientifico che non hanno niente da invidiare a quello delle riviste dorate ad alto IF, monopolio di Comitati, che pare controllino l’adesione ai sacri testi più che la dimensione scientifica, come accadde per l’articolo di Nature di Benveniste, i cui dati sperimentali  furono dichiarati fuori dalle leggi della fisica nell’editorial reservation  di Maddox.  Leggi della fisica trattate alla stregua di un capitolo della Bibbia dai novelli inquisitori con tanto di mago che controllava le pratiche scientifiche...  
Fisica su cui lavorano da Boston https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/qua.22140  a Mosca, a Cambridge, ecc.  teorici che vanno chiarendo gli aspetti ancora oscuri delle equazioni di Maxwell e dei processi coerenti in Natura a cui aveva dato un contributo fondamentale Giuliano Preparata https://www.iiimb.me/materiali.html
Se ne è parlato nell’ultima COHERENCE 2021  alla Casa dell’Aviatore  a Roma https://www.iiimb.me/coherence-2021.html  e giusto così, per la cronaca, segnalerei a NATURE  e ai colleghi cosiddetti Ortodossi, “ufficiali”, oltre all’AWARD BENVENISTE  che viene conteso in Crimea ogni due anni durante la conferenza COSMOS AND BIOPSHERE https://iopscience.iop.org/issue/1755-1315/853/1, la relazione dei fisici di Mosca  sul Potenziale Vettore e il suo ruolo nei sistemi biologici e in Natura, che potrebbe contribuire a spiegare anche l’esperimento di Benveniste  https://www.youtube.com/watch?v=KsMZxTxVuGE&list=PLOymwT_Mo-UYzVcNXraz1MaSI6bi9Eh34&index=10&t=10s
La grandezza di Luc Montagnier sta proprio nell’aver onorato la Mission Scientifica prima e dopo il Nobel,  proprio come gli rimproverano i guru francesi dell’ortodossia “allontanandosi dalle sue aree di competenza e consenso scientifico, ha difeso teorie e affrontato campi di ricerca a dir poco controversi.”
E’ proprio questa la scienza, il resto è qualcosa di imbarazzante parassitario e deludente per le aspettative che i Governi e i Cittadini ripongono sugli scienziati, che debbono pensare a nuove scoperte, e non solo a lucrare sulle rendite di posizioni varie, che non c’entrano niente con la Mission scientifica.
Grazie Luc per la tua grande Mission Scientifica,  che hai onorato e servito da grande francese e da grande europeo.
13 Febbraio 2022 Vincenzo Valenzi

Il ven 11 feb 2022, 19:23 vincenzo valenzi <vinvalenzi@gmail.com> ha scritto:
15 FEBBRAIO. QUALCOSA DA RIFLETTERE  PER P.C.
CON LA LEZIONE DI SCIENZA DI  LUC MONTAGNIER
NON È MAI TROPPO TARDI PER EVITARE IL BURRONE... IN CUI SI STANNO SPINGENDO MIILIONI DI LAVORATORI CON  FAMIGLIE E L'ITALIA

11.2.22 VV

15 FEBRAIO DAY BEFORE
Sospendere la retribuzione, unica forma di sostentamento di vita, presenta infatti profili di dannosità grave e irreparabile. Va restituito lo stipendio al no vax sospeso. TAR del Lazio con decreto n. 726/2022. POCA SCIENZA. AFFARI?

IN MEMORIA DI LUC MONTAGNIER
L’ULTIMA BATTAGLIA PER LA VITA DI LUC MONTAGNIER CONTINUA DAL CIELO  https://www.reuters.com/lifestyle/science/french-virologist-who-co-discovered-hiv-virus-has-died-afp-2022-02-10/

https://www.youtube.com/watch?v=CuQtvjBuavI Luc Montangier uno dei giganti delle scienza moderna ci ha lasciati,  nel fuoco di una battaglia scientifica che ha dimostrato come la saggezza dell’età e la sapienza scientifica andrebbero meglio ascoltati quando si combatte contro nuovi nemici come il COVID, rifuggendo dalle tentazioni di Guerra e di mammona nelle sue vesti di fondazioni benefiche di glaxo, che hanno portato la medicina moderna ad una vera e propria waterloo, con 4 dosi di vaccino in un anno e una serie di artifizi per imporlo alla popolazione, di cui ci sarà da vergognarsi per molto tempo a venire https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/10/vaccino-aifa-non-ci-sara-una-quarta-dose-ma-un-richiamo-speriamo-annuale-su-novavax-in-arrivo-il-24-febbraio/6489450/ e da cui anche nel bel paese si comincia a fare una dolorosa macchina indietro, con lo smantellamento progressivo delle più imbarazzanti misure  che hanno visto bloccati nelle loro attività vitali poveri vecchi e adolescenti  anche  con due non salvifiche dosi (ci vuole la terza e perché no a breve la quarta dose, per salire su un pullman, un treno, in un bar o a prendere i propri soldi in banca, ecc.) https://www.meteoweb.eu/2022/02/green-pass-governo-abolizione/1762274/
con inermi vecchietti e bimbetti in erba,  buttati fuori dagli uffici postali e dalle palestre e dal 15 febbraio, anche la forza attiva di milioni di lavoratori buttati  fuori dal lavoro dipendente senza stipendio (preceduti da sanitari e insegnanti ecc. in questo molto poco sensato  calvario come insegnato buon ultimo da Omicron, in una escalation che non sapremmo come definire, che pretende di imporsi con la forza di legge,  quando in tutta l’Europa (che sarebbe la Casa Madre a cui ispirarsi ) e lo stesso Israele,  queste misure non esistono o sono smantellate.
Prima di avviarsi all’ultima e più distruttiva impresa per la vita produttiva familiare e sociale, sarà il caso di ritirare le misure più indifendibili e deleterie sull’altare di poca scienza, come cercava di insegnare Montagnier,  e di tanta bottega  di un guerra di turno,  che va rispondendo nelle sedi competenti delle sue attività non proprio di interesse statale e sanitario, che hanno depistato i  ministeri della sanità, dimentichi della grande ministra democristiana Tina Anselmi,  che aveva un giusto rapporto con le industrie al servizio della salute pubblica  e non il Ministero al servizio delle industrie  alla Poggiolini e c. http://www.uniglobus.it/inchieste-virali.html
L’imbarazzo della Grande stampa per la scomparsa dello scienziato  francese della virologia è palpabile a partire da Le Monde, che distorce la realtà storica recente quando insinua che Montagnier dopo il Nobel avrebbe deragliato dai sani binari scientifici. Scrive Le Monde:
          " Récompensé par le jury de Stockholm pour sa contribution à la découverte, en 1983 à l’Institut Pasteur, du virus responsable du sida, acteur de la lutte contre cette maladie, il avait par la suite multiplié des prises de position hétérodoxes en matière scientifique et médicale, suscitant consternation et réprobation chez ses pairs."  https://www.lemonde.fr/disparitions/article/2022/02/10/luc-montagnier-codecouvreur-du-vih-et-nobel-de-medecine-est-mort_6113182_3382.html
Vorremmo precisare che il prof. Montagnier da scienziato qual era, aveva sempre seguito le ricerche più avanzate nel campo della biologia ed in particolare le ricerche del suo collega francese Jacques Benveniste http://jacques-benveniste.org/  di cui ereditò i laboratori di Clamart dove continuò le complesse ricerche con Jamal Aissa e altri collaboratori.
Se ne parlò nella sorpresa generale del bel mondo dorato,  nel 2007 all’Inaugurazione degli Archivi Benveniste alla LUDES di Lugano,  come ci ricorda questo colloquio con chi vi scrive in era pre Stoccolma a margine della conferenza luganese sugli archivi https://www.youtube.com/watch?v=CuQtvjBuavI
nel mentre erano stati assegnati in Crimea i primi AWARD BENVENISTE nell’ambito della Conferenza COSMOS AND BIOPSHERE  https://www.vglobale.it/?s=award+benveniste
Montagnier non era un puro, né pretendeva di vestirne i panni, ma era un grande ricercatore della natura e della vita ed è stato penoso vedere troppi colleghi offendere il suo lavoro, di cui sanno poco anche perché il Francese si è spinto nei misteri del DNA e del RNA e della vita, con le sue potenti basi scientifiche e la sua libertà di pensiero che è un esempio di coerenza e potenza, che lo ha posto tra i grandi di ogni tempo oltre i suoi meriti che lo avevano portato a Stoccolma nel 2008 .
Le volgarità sulla sua figura scientifica, saranno materia di riflessione per la nostra Comunità Scientifica e mediatica, che dovrebbe forse riprendere l’aristocrazia scientifica come stella polare, abbandonando modesti servizi  al padrone di guerra di turno  https://www.adhocnews.it/crisanti-bassetti-e-pregliasco-cantano-si-vax-per-natale-video/
C’è bisogno di scienza per affrontare le grandi sfide dello Sviluppo compatibile, evidenziate   con la Pandemia del COVID, che ha messo a nudo le fragilità dei vari sistemi pubblici e privati, divisi tra salute pubblica e mercato.
L’esempio scientifico e umano di Luc Montagnier, con le sue ultime battaglie per difendere la salute pubblica dagli appetiti dei grandi gruppi, interessati più che altro agli indici di borsa e ai profitti, sia di monito e di lezione per le leadership scientifiche e politiche contemporanee.
Si muore e si sarà giudicati oltre che nei tribunali, nei parlamenti, per strada, anche in Cielo, dove i giudici non sono comprabili con amicizie varie
Addio Luc

Vincenzo Valenzi
CIACK SI GIRA! BUONA  LA PRIMA, LA SECONDA LA TERZA , O LA QUARTA... VACCINAZIONE....? NON PIU’ BUONO L’ANTICORPO?!?  
Pare che nel nuovo corso antivirale pensato dagli strateghi di guerra…al covid, vigga il redditizio motto “fare e disfare è tutto un lavorare”, difficile comprendere altrimenti, come la misura del titolo anticorpale, che fino a pochi mesi fa prima del COVID era la stella polare che orientava le vaccinazioni e le esenzioni dalle stesse (vedasi Gazzetta ufficiale allegata), venga ancora e ancora sconsigliata e adesso non autorizzata, sulla base di studi che non avrebbero validato un caposaldo dell’immunologia e delle buone pratiche,  il monitoraggio anticorpale e invece consiglierebbero, di fatto con obbligo ANCHE A GUARITI  CON O SENZA  TAMPONE POSITIVO E QUESTI ULTIMI  MAGARI CON  TITOLI DA DONATORI PER SIEROTERAPIA ALLA DE DONNO,  https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/lesperto-risponde/dal-plasma-dei-guariti-una-possibile-cura-per-covid-19 un vaccino che alla seconda dose, ha largamente fallito e alla terza dose  ci si prepara alla quarta, già diffusa in Israele, dove cominciano a rendersi conto che è stato preso un colossale granchio, come pare abbia riferito uno dei consulenti del Governo https://unherd.com/thepost/israeli-vaccine-chief-we-have-made-mistakes/ nel mentre il Governo di Bennet fa marcia indietro con il GREEN PASS dopo tanti paesi europei sulla scia dei britannici spagnoli danesi svedesi ecc.

Pare che anche tra i migliori, nel Belpaese, cominci a farsi strada la sensazione che si è sbagliato qualcosa e iniziano a prendere forma misure correttive, difficili e dolorose per dei migliori, che avevano lanciato un attacco finale ad alzo zero, contro inermi vecchi e adolescenti puntando agli infanti 0-5, e contro milioni di renitenti ultracinquantenni, come se un anno di risultati deludenti da quarta dose, fossero passati invano, in uno slancio da ultimo giapponese nell’isola del Pacifico.
La guerra è finita in tanti paesi e forse è ora di prenderne atto anche nella Bella Italia, dove esistono i social e le tv anche se impegnati nella narrativa  reggimentale, tra un segreto di pulcinella,  uno di stato  e un'altro  di stampa. https://www.secondopianonews.it/news/giustizia/2022/02/05/il-tar-del-lazio-sospende-lobbligo-vaccinale-per-il-personale-della-giustizia-retribuzione-ripristinata.html, mentre anche le forze di sicurezza da più parti scendono in  piazza contro i vari macron  in campagna elettorale,  che hanno stancato i cittadini, alle prese di colpi di  scena che fanno impallidire per malizia e violenza di fatto, fino all'affamamento da legione straniera, su modelli di stati che sono di solito sotto accusa per violazione dei diritti umani, con  l’interventoin Italia  paradossale di Amnesty, oltre al timore che pervade i cittadini del mondo di avventurarsi in Italia alle prese con nuove paure e nuovi lasciapassare vari (mi hanno segnalato questo articolo da Kiev) https://www.imolaoggi.it/2022/02/05/ferocia-e-sadismo-green-pass-vivere-in-italia-ora-fa-paura/

La domanda iterativa si ripete: fino a quando compagni e amici insistetete a  a importunare e tentare di x"pressare" per non dire altro, milioni di italiani preoccupati per la loro salute, da un vaccino da quarta dose, manco si trattasse di tossicodipendenti incalliti ?  https://www.facebook.com/groups/inchiesterai3/permalink/1847417035647761/
Vi ha pregato di smettere anche l'AD di Pfizer ...suvvia...

6.2.22 Vincenzo Valenzi

GREEN PASS “ILLIMITATO” CON BOOSTER E NO DAD PER STUDENTI VACCINATI?!?
La Scuola Levantina conquista terreno tra i “Migliori”?
https://www.iltempo.it/attualita/2021/08/08/news/positivi-covid-non-contagiosi-ricoverati-reparto-normale-ordinario-altri-malati-ospedale-foggia-28250350/
Quando si era diffusa la notizia che i positivi erano ricoverabili nei reparti normali se vaccinati, “in quanto non contagiosi” qualche turbamento c’era stato,  senza conseguenze penali note (procurando contagio in pandemia di cui sono accusati penalmente i violatori di isolamento positivi al COVID e gli stessi contatti stretti chiusi in casa in quarantena come l'ultimo serbo della Juve

ma nulla pare successo sul fronte giudiziario, benché come si evince da recenti  notizie, sempre dal Policlinico Riuniti di Foggia, i vaccinati non tra i malati, ma tra i sanitari super vaccinati  con tre dosi o equivalenti sono aumentati a dismisura, con tanto di green pass in tasca oramai illimitato
Gli altri non vaccinati o solo con due dosi senza green pass non possono lavorare e neanche andare a prendere i loro soldi alla Posta, in quanto il conto è legato al  Green Pass, da quanto scoperto stamane  da un vecchio con due dosi e lasciapassare scaduto in un  paesino sannitico.
Certo che non si può che ammirare il colpo di genio dei migliori, che hanno superato ogni più creativa immaginazione, nelle imprese per convincere alla terza dose i poveri vecchi che ne hanno fatto due  e anche i cinquantenni e oltre che non ne hanno fatto nessuna.... ovviamente.
Leggiamo infatti dall’ADN Kronos che il CdM di ieri,  ha sorpassato  di gran lunga le imprese levantine, insistendo con  misure che alcuni  malpensanti avevano giá associato ad altre stagioni del secolo scorso, ma che ovviamente non sono associabili per molte ragioni, anche perché a quel tempo erano criminali politici al Potere,  convinti di avere ragione, contro una razza superba ed efficiente che invidiavano e che volevano sconfiggere, mentre oggi è solo una questione "scientifica" non  chiarissima  e una questione sanitaria controversa.
Non si può che constatare avendo riconquistato saldamente i Migliori, il primato della lotta e nella guerra al COVID, che tutto proceda alla sconfitta del COVID e degli ultimi milioni di irresponsabili ULTRACINQUANTENNI non vaccinati.

Peccato che in gran parte dell'Europa la guerra è stata dichiarata chiusa e lo STATO DI GUERRA ANTICOVID ABOLITO, ultima la Danimarca, seguendo la Gran Bretagna, la Spagna,  ecc. .
Con la Svezia che non è mai stata in guerra con il COVID, gestendolo come ogni pericolosa epidemia virale, senza maschere, senza lock down, senza drammi, oltre quelli normali, tipici di ogni epidemia con relativi morti e guariti https://www.iltempo.it/attualita/2021/09/14/news/modello-svezia-no-green-pass-meno-vaccinati-italia-soli-38-morti-in-un-mese-terza-dose-28675568/
Da noi italici invece, ricordando qualche soldato nel Pacifico, ancora si combatte contro più contro il virus, in ritirata e deboluccio,  ma principalmente contro il “nemico” non vaccinato ed anche mono e bi-vaccinato, CON SCENE TRISTE E AI CONFINI DELLA REALTA’, CON BAR , UFFICI, BANCHE POSTE,PALESTRE, ECC. IMPEDITE AI NON VACCINATI,  MENTRE AI VACCINATI CON TRE DOSI ED EQUIVALENTI  SI PROMETTE LA TERRA PROMESSA CON IL LASCIAPASSARE VERDE ILLIMITATO, BENCHÉ INFETTATI CONTAGIOSI RICOVERATI E MORTALI www.adnkronos.com/green-pass-illimitato-con-booster-e-no-dad-per-studenti-vaccinati-nuove-misure_4jxgWwocVYPzlH84vdGVAY
La lezione di questi giorni di OMICRON, che dilaga tra le terze dosi, che comincia a diminuire con modesta patogenicità staspingendo la maggior parte dei paesi europei a smantellare il sistema di restrizioni covid,  anche contro gli incolpevoli non vaccinati e gli ancor più incolpevoli vaccinati con una o due dosi.
Ma si sa, i migliori  sono i migliori e quindi vincono L’ULTIMA GARA DI FORMULA COVID e sulla scia di Macron rompono le s. ai non vaccinati come ha dichiarato eroicamente lo scienziato Sileri
Echi canadesi e le file ai commissariati di firmaioli di denunce per attentati alla Costituzione, stanno consigliando ai migliori una conversione a U tra il 1 e il 2 febbraio.
Speriamo di evitare che il  Belpaese finisca in un burrone  nero definitivamente, dopo i colori noir sulle settimane bianche, nelle splendide Alpi  friulane e valdostane (note per livelli di contagio alpino bassi e potenziale climatoterapico antagonista del COVID www.vglobale.it/2015/11/24/clima-e-salute-rapporto-inscindibile/  
che speravano qualcosa  di meglio, con l’intera Italia, dai migliori.
I Padani delle Alpi cominciano a sfilarsi, fino  a quando  compagni   www.popoffquotidiano.it/2016/05/25/25-maggio-di-72-anni-fa-linternazionale-di-toscanini/
(scusate il termine amici democratici) resisterete in queste imprese scientifiche di glaxo?  http://www.uniglobus.it/inchieste-virali.html

3.2.2022   Vincenzo Valenzi


REAZIONI DA CAMBRIDGE ALLE POLITICHE DEI MIGLIORI

"Green Pass nelle Zone Rosse per comprare il tè all'ambra!!" Come diceva Emilio, CHE FIGURA DI M...! Vecchi pensionati  che non possono ritirare soldi alle poste..

Al meglio non c'è limite..
3.2.22 vv - Bianca Laura Granato: "Il governo mente in maniera spudorata" - YouTube

LAST NEWS  ON IMMUNITY AGAINST COVID

First COVID human challenge trial
Initial results from the first COVID-19 human challenge study show that healthy, young people developed no or mild symptoms. Such trials intentionally expose participants to a disease, providing a unique opportunity to study viral infections in detail from start to finish — but they are controversial because of the risks they pose to volunteers. The UK study of 34 individuals, aged 18–30, shows that such trials can be done safely, say scientists, and lays the groundwork for more in-depth studies of vaccines, antivirals and immune responses to SARS-CoV-2 infection.

Nature | 6 min read
Reference: Research Square preprint (not peer reviewed)

Il gio 3 feb 2022, 16:09 vincenzo valenzi <vinvalenzi@gmail.com>


Mentre infuria la lotta ai non vaccinati, che al 95-99% sono  correntemente di sana e robusta costituzione , e pare anche di forte sistema immunitario forgaito orami da due anni di pandemia, come si evince  da un reporto estivo del Mario Negri che oservava come oltre ai
4 milioni di italiani guariti dal COVID diagnosticati con tampone e altrettanti non diagnosticati con tampone, ma pieni di anticorpi, sono dotati di una Immunità uguale o superiore a quella conferita dal vaccino,aumentati di molto dopo Omicron che ci f a veleggiare verso l'immunità naturale di popolazione
Negli USA erano  100 milioni, nei quali,  come afferma l'ex direttore dell'EMA prof. Rasi  “si attiva uno stato di immunità o di esenzione immediata dall' infettare il prossimo".
Ben ha detto quindi il Sen. Paul all'avvocato Becerra, in audizione al Senato USA, di smetterla di importunare e minacciare questi americani con richieste e imposizioni di un vaccino inutile per i guariti e anche pericoloso.
A questi  molti milioni di guariti con anticorpi vanno aggiunti molti altri milioni con immunità naturale di cui alcuni meccanismi si vanno rivelando con la ricerca ripresa dal CORRIERE DELLA SERA.
In merito a queste situazioni differenziate nella immunità naturale sempre il Negri metteva in evidenza come:
"Queste differenze potrebbero spiegare il motivo per cui alcune persone, pur essendo infettate dal virus, non sviluppano cellule B e quindi anticorpi misurabili nel sangue, ma combattono rapidamente l’infezione mediante una risposta guidata dalle cellule T"  https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita
Una spiegazione si diceva potrebbe venire da quanto riferice il CORRIERE che riporta come
«Abbiamo scoperto che Mbl si lega alla proteina Spike del virus e la blocca — spiega il professor Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas e docente di Humanitas University —. E abbiamo verificato che è in grado di farlo con tutte le varianti testate, compresa Omicron».«Ciò è reso possibile dal fatto che Mbl si aggancia a determinati “zuccheri” della proteina Spike, che non cambiano da variante a variante» precisa Elisa Vicenzi, capo dell’ Unità Patogenesi Virale e Biosicurezza dell’Irccs Ospedale San Raffaele, che aggiunge: «In vitro Mbl si è dimostrata poco meno potente degli anticorpi prodotti da pazienti guariti da Covid». «Con la professoressa Cecilia Garlanda , che ha partecipato al coordinamento dello studio, stiamo procedendo a ottimizzare Mbl per capire se sarà possibile trasformarla in un farmaco» riprende Mantovani. «La strada è lunga ma è importante cercare di avere altre armi a disposizione contro il virus. Fra l’altro Mbl è già stata infusa da altri ricercatori e clinici come terapia in soggetti con completo deficit genetico ed è stata ben tollerata».

Alla luce di queste considerazioni sull'immunità anticorpale  cellulare e innata, poco si capisce l'accanimento degli scienziati del CTS e dello scienziato  SILERI (EMULO DEL MACRON FORSE ) CHE guidano la cordata dei rompitori di S.. ai non vaccinati immemori che questi sono cittadini come gli altri con pari doveri e pari diritti a quelli con tre vaccini  e super green pass, che non n sono esenti né di infettare ne di ammalarsi e ne di altro,  come la quarta dose in Israele e altrove farebbe dedurre.

A campagna elettorale finita forse sarebbe il caso di tornare alla normalità e al buon senso come vanno facendo in paesi dove si vince con ben altro, smettendola di importunare GLI ITALIANI CHE SONO STANCHI E NON VORREMMO EMULASSERO I CAMIONISTI  CANADESI E NORDAMERICANI.
I SERVIZI DI VIGILANZA E DI GARANZIA DELLO STATO E DEI CITTADINI, SI ATTIVINO PER RISTABILIRE EQUILIBRIO GIUSTIZIA E SICUREZZA

1.2 2022 Vincenzo Valenzi




CHI SAREBBERO I PERICOLOSI...I NON VACCINATI O I MIGLIORI..?!
BoJo TOGLIE I TAMPONI IN ENTRATA NELLA GB, NOI LI METTIAMO A NON VACCINATI VACCINATI, VACCINATI  CON UNA DOSE CON DUE DOSI,  PER ANDARE ALLA POSTA    https://www.youtube.com/watch?v=b161PFm-bp4
Il viatico dei migliori sembra precipitare nel labirinto da cui neanche con il filo di Arianna si potrà uscire, con tavoli tecnici, dei tecnici, ripetuti per  precisare che fare a fronte dello smarrimento prodotto nel Paese da una Campagna elettorale condotta con mezzi impropri (un grande allarme sociale costruito a tavolino) per proporre un salvatore che non ci sta salvando, anzi http://bitly.ws/o6ng .
Il Commissario Straordinario leggiamo che annuncia: «Tavolo tecnico per le scuole, spero in breve si riescano a dare risposte alle famiglie»
Mentre nella stessa nota del Corriere leggiamo che la rincorsa alla terza dose (bannando anche incolpevoli italiani che hanno fatto  le due dosi di ordinanza, mentre in Israele fallita la terza dose si è già nella quarta), sta producendo sconcerto e imbarazzo a fronte del caos  che si sta producendo nelle famiglie e nel tessuto sociale, che per elementari attività vitali debbono mettersi al freddo e al gelo IN FILA  per farsi un tampone https://www.ilmeteo.it/notizie/covid-super-green-pass-le-nuove-regole-escluderanno-i-novax-dalla-vita-sociale-gli-aggiornamenti-082128 .
Non solo quindi non vaccinati sani,  come la deputata Sara Cunial, a cui si impedisce di votare, mentre ai positivi si  (quando alle elezioni ultime hanno votato tutti…), ma anche supervaccinati con due e tre dosi a cui starebbe scadendo il famoso lasciapassare e a cui, in un gioco dell’oca tristo, si vorrebbero allungare non le pene, ma la durata del green pass, ormai ridotto ad un organetto che suona sempre più stancamente, con il coretto dei tre famosi cantanti https://video.corriere.it/cronaca/covid-trio-crisanti-bassetti-pregliasco-canta-si-si-vax-note-jingle-bells/a409f7de-61c2-11ec-b501-5738353be174
A fronte di questo modesto business vario, anche il CEO DI PFIZER mostra imbarazzo e leggiamo sempre dal report del corrierone che avrebbe dichiarato: - Ad Pfizer: «Meglio un vaccino l’anno che più booster»
Un vaccino annuo per combattere il Covid è preferibile ad una serie di booster somministrati ogni 4 o 5 mesi. È questa l’opinione dell’ad della Pfizer Alber Bourla rispondendo a una domanda durante un’intervista alla tv israeliana N12, citata dai media. In Israele da poco è stata lanciata la quarta dose per gli over 60 e i fragili. Per Bourla una realtà fatta di booster «non sarebbe un buon scenario. Quello che spero - ha aggiunto - è di avere un vaccino che si debba fare una volta l’anno. È più facile convincere la gente su questo ed è più facile ricordarlo». Chi paga?!
Ma i migliori sono impegnati a fare non è chiaro cosa, dando i colori oltre che i numeri, azzoppando le Regioni montane in piena stagione turistica sciistica con il Ministro del turismo che sembra il leader dell’opposizione https://twitter.com/LaVeritaWeb/status/1485215047282532355?t=Ilx9zZmV-kB1hlDoxwpJ8w&s=09
Così invece di mandare le vittime dell’inquinamento urbano e industriale nelle aree montane a respirare un po' di aria buona, chiudiamo queste regioni in arancione, immemori del dato orami acquisito che l’inquinamento favorisce i virus e batteri, mentre climi salubri e sani come quelli montani lo contrastano, come si deduce dai grafici dello studio sponsorizzato  dalle Ferrovie dello Stato ad ENEA e alla Fondazione per lo Sviluppo sostenibile,  che si auspica siano stati leggiucchiati dai dioscuri del CTS e si spera anche dai migliori,  come i dati storici della lotta alle infezioni ci ricordano,  rinfrescati dai recenti dati di Poli  dove con una clinica di oltre cento anziani e la stessa popolazione di poche migliaia di persone, non si è avuto neanche un decesso per Covid, come nel Seicento con la Peste  https://www.comune.poli.rm.it/c058078/po/mostra_news.php?id=276&area=H
Ma i Migliori insistono a caccia di Non Vaccinati e ahimè anche di milioni di vaccinati inseguiti per fare il booster che è già fallito nel laboratorio pilota mondiale, dove sono già alla quarta, dopo che a parte le narrative, 78 morti su 79 la settimana prima di ferragosto erano vaccinati con doppia dose.
Il disastro sociale diventa sempre più grave mentre venti di guerra spirano da Est. Forse è il caso di ritornare al buonsenso.

Dal Central Park di Prato Vincenzo Valenzi

Certo, posso capire che brucia, che il grande vecchio della virologia non canti nel coro con Matteo Fabrizio e Andrea e non partecipi negli spot sulla sicurezza ed efficacia(?!?) dei vaccini  con Giorgio e compagnia.
Ma non si può avere tutto, neanche tutta la cosiddetta scienza che canta in coro.

Così, feriti nel mito della "scienza", a fronte di scienziati pluridecorati, senza pudore, si passa al fango della vecchiaia malandata , della pazzia e della corruzione varia, come da tempo avviene per l'ultimo Nobel memorabile, come quello del Francese, reo  in particolare di aver  preso in mano le ricerche di un vero  pluri IG NOBEL, sempre Francese, Jacques Benveniste padre dell'immunologia moderna, inaugurando tra l'altro, gli Archivi Benveniste a Lugano nel 2007 https://youtu.be/CuQtvjBuavI

e rilanciando la ricerca sulle interazioni non lineari in biologia, sulla scia delle ricerche di Benveniste Preparata Del Giudice e della Scuola russa, che ogni due anni in Crimea assegna L'AWARD BENVENISTE durante la Conferenza COSMOS AND BIOSPHERE, https://www.vglobale.it/?s=Award+benveniste

In particolare segnaliamo  l'ultima conferenza i cui atti si trovano linkati qui: https://iopscience.iop.org/issue/1755-1315/853/1

C'è materiale di studio per i vitelloni dell'IG NOBEL e forse anche per il Comitato di Stoccolma.

Per qualche Servizio di indagini interne ed esterne, segnaliamo sempre qualche inchiesta virale banale dove altro che IG NOBEL,.... http://www.uniglobus.it/inchieste-virali.html
Senza dimenticare i conti recenti che non tornano anche ai cantanti oramai

Sant'Arcangelo Trimonte  18.1.2022 Vincenzo Valenzi


SONO I BRITANNICI SVEDESI  SPAGNOLI, ECC. IRRESPONSABILI ED I CTS I MEGLIO  CON I MIGLIORI ?!?
Mentre il grosso dei Paesi europei sceglie la  via svedese che tra luci e ombre ha portato la Svezia a reggere l'urto del COVID CON LA DIFFUSIONE DELL'IMMUNITA' NELLA POPOLAZIONE https://statistichecoronavirus.it/coronavirus-svezia/  

Mentre la Tachipirina e la vigile attesa perdono terreno pure tra i GALLI con i negri che rilanciano i FANS Remuzzi: «Con Omicron e Delta abbiamo due pandemie. La curva scenderà a breve se prevarrà la prima»
«Due lavori scientifici che derivano dal nostro gruppo di ricerca dimostrano che l'impiego di antinfiammatori non steroidei utilizzati ai primi sintomi della malattia riduce del 90% l’evoluzione verso le forme gravi e l’ospedalizzazione»  https://bit.ly/3GfjRnR

Mentre l'incalzare della quarta dose dimostra che il 90% di efficacia era creativo, molto creativo,  e quindi Dobbiamo prepararci a dare la quarta dose a tutti?

Mentre la CORTE SUPREMA USA BOCCIA L'OBBLIGO VACCINALE
E NATURE rilancia con un articolo  la presunta superiorità del vaccino anticovid in gravidanza (la terza o la quarta dose?
Il presidente del JCVI, Andrew Pollard, che ha guidato il team che ha sviluppato il vaccino Oxford-AstraZeneca, è cauto e ha sostenuto un approccio più mirato che si concentri sulla prevenzione di malattie gravi e sulla protezione dei sistemi sanitari in tutto il mondo. "Il futuro deve concentrarsi sui vulnerabili e [mettere] a loro disposizione booster o trattamenti per proteggerli", ha detto al Telegraph. “Sappiamo che le persone hanno anticorpi potenti per alcuni mesi dopo la terza vaccinazione, ma sono necessari più dati per valutare se, quando e con quale frequenza le persone vulnerabili avranno bisogno di dosi aggiuntive. Non possiamo vaccinare il pianeta ogni quattro o sei mesi. Non è sostenibile o conveniente”.

Distratti su questi dettagli, in  Italia il CTS ispira i migliori che lanciano l'attacco finale  ai Non vaccinati, rei di essere sani e spesso superimmuni (dopo due anni di epidemia ci starebbe) con il decreto che decreta che:

Si dovrà essere in possesso di super green pass, ossia essere vaccinati o essere guariti, anche per poter consumare  al bancone del bar.  https://bit.ly/3tc6MYR

Una pressione  sulle famiglie e sui giovani renitenti alla vaccinazione, che di fatto vengono per decreto, limitati nelle libertà fondamentali  ed embargati economicamente alla stregua di una Cuba in piena guerra fredda .

Il tutto per indurre questi  "irresponsabil" ed "egoisti" non vaccinati a iniziare il percorso vaccinale salvifico secondo i CTS e i Migliori che,  a prima vista, appaiono non molto illuminati, si potrebbe dedurre, visti i risultati non solo di OMICRON recenti, ma anche i "vecchi" risultati del centro pilota vaccinale di Israele, ché dopo il fallimento della seconda dose a Ferragosto con 78 su 79 morti per covid con doppia dose, vide  il premier lanciare la terza dose e adesso, dopo il fallimento della terza  a lanciare la quarta.

Si gioca un po' troppo con i cittadini che non sempre sono disposti a subire come in Francia, in Romania o in Bulgaria,  dove i manifestanti sono inquieti alle porte del parlamento e dove, un filino illuminati hanno dato il GREEN PASSA anche ai portatori dei tanto sviliti anticorpi dagli Oms di guerra  e followers, che hanno sospeso ope legis, migliaia di sanitari ricchi di anticorpi,con un danno per le famiglie e i servizi incalcolabile.e la beffa di trentamila sanitari in quarantena super vaccinati mentre quelli sani sono a casa sospesi senza stipendio https://www.dottnet.it/articolo/32529392/trentamila-gli-operatori-sanitari-contagiati-dal-covid-in-un-mese/?tag=11276309168&tkg=1&cnt=2

Su questi dati  poco si comprende l'ultima campagna di pubblicità e progresso vaccinale, e i continui Gio ho sui numeri che non tornavano e non tornano come scoperto con amarezza dalle Regioni.

Attendiamo che gli organi di vigilanza facciano chiarezza su questi e su altri numeri che non tornano...

C'è chi dice NO

VincenzoValenzi

PS un pensiero al Presidente del Parlamento europeo David Sassoli che  è morto sul fronte COVID senza  nessuna correlazione ne con il covid ne con i vaccini  ovviamente
Come tanti altri  ....


LA FINE O UN NUOVO INIZIO  DI COVID 19 ?
Oggi si riunisce il COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DI PALAZZO CHIGI e abbiamo motivo per tremare, dagli annunci di alcuni dei suoi protagonisti che abitualmente  calcano li salotti televisivi e dispensano il nuovo verbo scientifico a cui si alimenta il governo per le sue decisioni.
Essendo fortunatamente la scienza la stella polare di Palazzo Chigi  abbiamo pensato di offrire qualche contributo dalla cosiddetta scienza oltre confine  invocata ad ore come lo stesso Israele dove si veleggia verso la QUARTA DOSE  tra un dubbio amletico e l'altro sull'efficacia di queste prime seconde eterze e quarte dosi in un solo anno che hanno di fatto stracciato i NOVANTA E PASS A % DI EFFICACIA  del vaccino a mRNA che è sceso alquanto nonostante iil continuo ripetere che si siamo qui con i picchi di contagio mai visti, fortunatamente poco letali per la bontà di Omicron, che non uccide più di tanto. per motivi suoi, visto che lo scudo vaccinale lo aggira come Maradona aggirava i difensori nei tempi d'oro del Napoli.

Per questo finita l'epoca che va tutto bene grazie al vaccino  anche con Omicron oggi ci si interroga non solo a Tel Aviv come Bennet a Ferragosto i vax sulle cause dell fallimento del vacicno che aveva spinto israele in piena estate a lanciare la terza dose e adesso la quarta. Immemori di questi dati relativamente storicizzati, i nostri giornali si domandano tra l'altro quali siano: tra le possibili cause, la diminuzione dell’efficacia dei vaccini contro la nuova variante del virus, le tempistiche legate alla somministrazione delle terze dosi e la minor attenzione nel rispetto delle regole di distanziamento sociale e dell’uso delle mascherine

La cosa tragicomica e la pressione contro i non vaccinati accusati di essere il serbatoio di trasmissione  del virus (dei ricoveri e dei morti)  quando  in Israele e non solo è oramai evidente che  sia i contagiati che i ricoverati che gli stessi morti sono prevalentemente i vaccinati con due e adesso con tre dosi (non  per niente si va verso la quarta)

La "scienza" di questo infelice potremmo dire tragico, risultato vaccinale, sta oltre che nelle previsioni strategiche che in pandemia non si vaccina ben noto prima di questa pandemia di guerra, e ripetuta dagli ultimi vecchi della virologia mondiale inascoltati e derisi opportunamente di giovani leoni di guerra... da alcuni dati emersi anche di recente come  qusto articolo di lancet, che riprende e analizza molti dati sul evanescenza vaccinale che emerge in queste ore con il dilagare di Omicron

COVID
28/12/2021 11:57 CET
Con i vaccini mRNA meno anticorpi in naso e bocca. Lo studio su Lancet
Il coordinatore della ricerca, Lorenzo Azzi: "Rafforzare le difese immunitarie a livello delle vie aeree che rappresentano la prima barriera all’ingresso del virus nell’organismo"


Sorprende allora come gli strateghi di guerra ancora insistono  su una politica che dire fallimentare  è lapalissiano . Se nel calcio un allenatore e i suo team avessero questi risultati sarebbero accomodati da tempo alla porta, invece a quanto pare bisogna difendere le scelte fin qui fatte.
da Sky tg24 apprendiamo tra l'altro come  e quindi leggiamo dai tweet di Sky tg 24 come: dalla Francia all'India, molti Stati - preoccupati per il diffondersi del nuovo ceppo di coronavirus - sono tornati a imporre restrizioni di vario tipo. Alcuni limitano le libertà dei cittadini all’interno dei propri confini, altri chiudono le frontiere, altri ancora guardano alla vaccinazione obbligatoria o pensano già alla somministrazione di quarte dosi di vaccino: il punto

La stella polare è ancora una volta le Germania che primeggia in europa superando l''Austria nella nuova gara alla tolleranza zero contro i non vaccinati, con risultati natalizi brillanti e riportati ad esempio di  un più vasto lock down per i vaccinati , peccato che con l'inizio della settimana attiva la situazione sia in risalita per contagi e morti https://statistichecoronavirus.it/coronavirus-germania/
GERMANIA – Anche la Germania, dove la curva dei contagi è in discesa, ha deciso di introdurre nuove restrizioni. Per quanto riguarda gli incontri tra privati viene fissato il limite massimo a 10 partecipanti, esclusi dal conteggio gli under 14. La regola vale solo se si è tutti vaccinati. In caso contrario, sarà possibili riunirsi solo in due persone.

Mentre parte dell'Europa e non solo si avvia ad un ritorno al passato di lock down per i  cattivi e irresponsabili novax e ad infelici restrizioncine per i più  bravi  e sociali  responsabili vaccinati,  con il ritorno alle mascherine all'aperto la situazione
nel mondo presenta molte specificità  che possono essere visitate in breve nel link   from:  https://ourworldindata.org/covid-vaccinations
uno dei pochi giornali  fuori dal coro ci ricorda  come Salgono i contagi, calano le quarantene Tamponi impossibili, tracciamenti saltati, vaccinati infettati: hanno fatto leggi inapplicabili e prolungato l’emergenza senza gli strumenti per gestirla.
Fortunatamente Omicron sembra la fine della epidemia mortale di COVID 19  (vedasi articolo allegato da un studio fatto in  Sud'Africa) e ci prepara ad una immunità di massa inseguita dai più spericolati leader come il cancelliere  Britannico o il mite direttore  della prevenzione svedese Tegnel.

Se  i scienziati del CTS ci precisassero meglio il concetto di guariti dal COVID e dessero un'occhiata ai super resistenti al COVID PER VECCHIE IMMUNITA' O PREDISPOSIZIONI GENETICHE, potremmo smetterla con la caccia alle streghe  e rimettere in campo nella difficile partita contro omicron, decine di migliaia di ex eroi che sono stati sospesi o sono costretti a stare in coda per ammalarsi per ore per un passaporto per andare a lavorare e sempre di più anche in ospedale e in cielo.

Draghi e Speranza ci pensino un po memori del detto napoletano  QUANDO VAI DI FRETTA RALLENTA ..

29 dicembre 2021 Dal Central Park di Prato Vincenzo  Valenzi

ps ritorno in auge dell'Idrossiclorochina e dell'azitromicina ? così pare da un recente studio  quindi oltre al vaccino che a parte i pasdaran dell'obbligo vaccinale, oltre alle cosiddette cure domiciliari dispensate da aprile 2020 dalle USCA oltre che da i vari ippocrati, oltre alla sieroterapia di De Donno e agli anticorpi monoclonali, oltre alla lotta elettromagnetica in uso in Russia e non solo  ci sono molti altri mezzi per combattere e sconfiggere il COVID  COME HA RIFERITO giulio tarro a COHERENCE  2021 https://www.iiimb.me/coherence-2021.html

MEDRXIV

C'ERA UNA VOLTA L'OMS DI GUERRA
DOCCIA FREDDA SULLE QUARTE DOSI ..E ANCHE SULLE TERZE...DALL'OMS
I richiami del vaccino via d'uscita dalla pandemia? A gettare una bella doccia fredda sulla speranza è il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, mche dice: "Nessun Paese potrà uscire dalla pandemia a colpi di dosi di richiamo e i booster non vanno visti come un lasciapassare per i festeggiamenti in programma". Il concetto è che "servono tutte le precauzioni".

Mentre l'efficientissima Israele  inizia le QUARTE DOSI del siero non magico, la UE, in ordine sparso affronta le feste di Natale e di fine anno, ritornando ai campanili regionalizzati, che decidono a secondo del governatore, quasi in marchio DOP per le  politiche di lotta al COVID Variante, QUASI AVARIATO nella fatica di un sistema diagnostico che alimenta con altri collegati, delle infreddature fredde, che aiutano con la stagione, virus e batteri ed anche il meno cattivo della famiglia il sudafricano OMICRON https://www.bbc.co.uk/news/health-59758784 .  Dagli USA   a Repubblica Fauci  dice  Coronavirus, : “Nel 2022 gestiremo il virus, ora vacciniamo tutti” precisando che "è prematuro dire se servirà la quarta dose, dobbiamo aspettare di vedere ..."  https://twitter.com/repubblica/status/1474215895182446594?s=20

Tra una campagna di guerra mediatica [e non solo] e l'altra, dove la guerra vera é quotidiana, il ministro della Sanità Nitzan Horowitz ha detto che “nel nostro Paese sta iniziando la quinta ondata di contagi, e tra i positivi secondo gli ultimi dati ci sono anche molti trivaccinati, cioè persone che hanno ricevuto le tre dosi del vaccino. Dobbiamo iniziare a pensare a somministrare la quarta dose“.  https://www.meteoweb.eu/2021/11/covid-israele-quinta-ondata-quarta-dose-di-vaccino/1741831/

A Palazzo Chigi una occhiata a questi dati potrebbero  darla, oltre le vergogne di Ricciardi  e co. sui cattivi irresponsabili medici e altri pubblici dipendenti non vaccinati

Agli illuminati del CTS, PC potrebbe tra l'altro chiedere  per noi e per lui stesso, lumi sui cosiddetti GUARITI, che sono stati di recente equiparati ai full vaccinated, sulla scia dei vicini d'oltralpe, che dovrebbero aver  meditato sull'interrogatorio in Commissione al SENATO USA del capo del dipartimento della salute della Casa Bianca dove gli è stato intimato di smetterla con il suo CTS, di importunare 100 milioni di americani guariti dal COVID

Pare che questo elementare concetto di Patologia Generale, sia stato finalmente acquisito anche dal nostro CTS. Di nuovo dalla bozza di cecreto natalizio apprendiamo che  adesso per fare la bella vita ci vuole un nuovo  SUPER GREEN PASS, e che per le festicciole,  l'accesso è consentito anche a chi abbia fatto due dosi di vaccino o sia guarito dal Covid e presenti l'esito negativo del test antigenico rapido o molecolare.  https://www.dottnet.it/articolo/32529256/record-di-casi-covid-da-inizio-pandemia-tutte-le-misure-del-decreto-festivita-/?tag=11267223034&tkg=1&cnt=1 .
Sarà quindi utile precisare da parte del CTS e di PC,  se gli oltre 5 milioni di guariti con tampone positivo negativizzato,  potranno avere questo very green pass, o se debbono continuare a mettere a rischio il loro sistema immunitario  con qualche ADE  E MOLTI ALTRI EFFETTI AVVERSI MINORI MA NON TROPPO, COME ASTENIE, SVOGLIATEZZE OLTRE I MOLTI EPISODI GRAVI E MORTALI SU CUI SECONDO I  RICERCATORI DI GUERRA NON CI SAREBBERO CORRELAZIONI CON IL VACCINO  che come diceva BENNET, AGLI ISRAELIANI A FERRAGOSTO CON DUE DOSI NON PROTEGGE DA CONTAGI DAI RICOVERI E AHIME' DAL MORIRE (78 SU 79 MORTI DELLA SETTIMANA PRIMA DI FERRAGOSTO ERANO MORTI CON DOPPIA DOSE; MA NE' LA STAMPA LOCALE ITALIANA , NE' LA BBC, SEMBRANO ATTRATTI DA QUESTE SCIOCCHEZZUOLE, TUTTI CONCENTRATI SU QUALCHE INTUBATO O MORTO  NON VACCINATO  E CON GLI APPELLI DI MOGLII E FIGLI PER VACCINARSI  https://www.bbc.com/news/uk-england-coventry-warwickshire-59760556

  Così mentre accogliamo con piacere questa svolta scientifica di Palazzo Chigi sui guariti tamponati,  andrebbe precisato dagli esperti del CTS ANCHE LA  POSIZIONE  di quanti hanno contratto il virus in modo asintomatico, non hanno fatto tamponi, ma si trovano con livelli di protezione immunitaria anticorpale da arruolarli come donatori di anticorpi per la sieroterapia alla de Donno, CHE AD OCCHIO E CROCE SONO ALTRI CINQUE MILIONI DI ITALIANI https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita
Molti di questi sono stati sospesi e trattati alla stregua di non vaccinati tout court. Un equivoco  scientifico normativo che, in ope legis, sta facendo molti danni al sistema Italia e agli italiani, a vantaggio di chi e cosa non è chiaro.
Oltre a questi casi che sarebbero da terzo anno di medicina senza bisogno di luminari speciali, ci sono una vasta area grigia di cui si occupa la scienza ma che non sfiorano nemmeno gli esperti del CTS; sono quelli della  galassia dei super-resistenti al COVID da forza genetica.
Perché dovrebbero farsi un vaccino di cui non HANNO NESSUN BISOGNO avendo un potente scudo immunitario in proprio? https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunitaNon sarebbe il caso di iniziare a fare titoli anticorpali di massa ai guariti di COVID CON O SENZA TAMPONE POSITIVO NEGATIVIZZATO, e fare un test immunologico specifico che da maggio è già sul mercato internazionale come riportato da NATURE su A diagnostic test based on sequencing long-lived SARS-CoV-2–specific memory T cells provides a complement to antibody testing for determining previous exposure to SARS-CoV-2.   https://www.nature.com/articles/s41587-021-00920-9 , e che da poco è sbarcato anche nella penisola, ovviamente a Milano.
Se oltre a imbracciare le armi di guerra varie più o meno felpate, stupendosi che non sempre  otto milioni di italiani, ANCHE MILITARIZZATI DI MESTIERE,  offrano l'altra guancia, si volessero esaminare fatti più o meno complessi per il CTS, magari allargando il tavolo tecnico-scientifico a qualche vecchio virologo italiano ed europeo e a giovani scienziati, magari auditi al Senato, non sarebbe male.
La situazione, nonostante gli ottimismi ricorrenti  dei nostri leader vari, non è brillante, anche se omicron non sembra cattivo come i suoi fratelli più vecchi.

La partita è difficile e la quarta ondata è in corso e richiede più buon senso (ad esempio che senso ha tenere al freddo malati o aspiranti tali a farsi tamponi e attendere davanti agli uffici sanitari e di altro genere QUANDO PER GIUNGERE IN GENERE SI è PRESO UN TRENO LOCALE UNA METRO O UN BUS AFFOLLATO ?

E TANTI ALTRI NON SENSE CHE CON OMICRON NON POSSIAMO PIU PERMETTERCI oltre mascherine e distanziamenti umani e sociali che avrebbero portato Mina  in galera con le sue avances per scoprire se la amavano https://youtu.be/Eh3rlhwG_Eg

DAL CENTRAL PARK DI PRATO  AUGURI DI BUON NATALE  A VOI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE.

SULLA COSIDDETTA “NO-SCIENZA” DI OTTO MILIONI DI ITALIANI
L’altra sera sulla SETTE, forse con la Gruber a Otto e Mezzo, ho ascoltato il difensore della scienza e della logica, Gianrico Carofiglio noto tra l’altro per la dichiarazione indirizzata ad Agambern e soci  "Spesso le cose più stupide le fanno o le dicono le persone più intelligenti", andare oltre questa amorevole dichiarazione, e precisare che per lui, stanco di sentire parlare di NOVAX,  da ora in poi parlerà non di NO-VAX ma di NO-SCIENZA.
Intimidito da tanto dire del Carofiglio, mi interrogo se nello scrivere queste  considerazioni  sulla Pandemia del Covid, rientrerò nei NO-SCIENZA,  non essendo riuscito ad entrare per tanti motivi tra i NO-VAX, figlio della SCUOLA ROMANA DI CHIRURGIA, che mi aveva educato alla dialettica con tesi antitesi e nuove sintesi, con il Mio Maestro Chirurgo Vincenzo Martinelli, durante la partecipazione alle avvincenti giornate sulle CONTROVERSIE IN CHIRURGIA, dove i migliori clinici chirurghi romani  se le davano amabilmente di santa ragione, alla ricerca di nuove sintesi diagnostiche e operatorie.
Così nel restare basito per i toni da Bar dello Sport (in quelli del porto la classe operaia è tornata ad un nuovo ruolo dopo che l’ebbrezza liberista selvaggia  si è infranta anche lei  sul COVID), che si ascoltano sui principali talk show, che poco si addicono ad una emergenza sanitaria così grave, spero di non urtare il Carofiglio e gli altri strenui difensori della scienza  che, tacciano chiunque osi  porre qualche dubbio sulle guide supreme ispirate dalle scienze di guerra, come irresponsabile, egoista, e nel caso di qualche vecchio virologo come Tarro o peggio Montagnier, con epiteti che risparmio a chi legge, per carità di lettura.
Il mix, che come una buccia di banana mi è capitato sotto gli occhi,  è dato dall’ASSOCIAZIONE  TRA IL SEMPRE MENO DISCUSSO 5G E LA PREVALENZA DI INFEZIONI  GRAVI E OLTRE DI COVID, come  si può apprezzare dall’articolo “ON EVIDENCE FOR A CONNECTION BETWEEN CORONAVIRUS DISEASE-19 AND EXPOSURE TO RADIOFREQUENCY RADIATION FROM WIRELESS COMMUNICATIONS INCLUDING 5G   https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8580522/#B79
In this study, we examined the peer-reviewed scientific literature on the detrimental bioeffects of WCR (wireless communications radiation) and identified several mechanisms by which WCR may have contributed to the COVID-19 pandemic as a toxic environmental cofactor…
…..By crossing boundaries between the disciplines of biophysics and pathophysiology, we present evidence that WCR may: (1) cause morphologic changes in erythrocytes including echinocyte and rouleaux formation that can contribute to hypercoagulation; (2) impair microcirculation and reduce erythrocyte and hemoglobin levels exacerbating hypoxia; (3) amplify immune system dysfunction, including immunosuppression, autoimmunity, and hyperinflammation; (4) increase cellular oxidative stress and the production of free radicals resulting in vascular injury and organ damage; (5) increase intracellular Ca2+ essential for viral entry, replication, and release, in addition to promoting pro-inflammatory pathways; and (6) worsen heart arrhythmias and cardiac disorders.
Questo lavoro di Beverly Rubik 1 , 2 , * and Robert R. Brown 3  mi ha riportato ad una ricerca sulle interazioni bioelettromagnetiche in CAMERA AMAGNETICA  al CRN di Roma fatta con il Gruppo di Settimio Grimaldi, il cui report fu  pubblicato sulla rivista di ricerca aereospaziale   V.I.Valenzi,  S. Grimaldi, G. Quartieri, G. E. Gigante; G. Mileto, G. Monaco:  Osservazioni sulle variazioni bioelettriche nell’uomo indotte da campi elettromagnetici in camera amagnetica.  Ricerca Aerospaziale Pag. 33-38, Anno XXI-N. 1. 2005 ripubblicato nell’e-book DALLA BIOMETEOROLOGIA ALLA FARMACOELETTRODINAMICA  pagg. 19-21  http://www.cimb.me/files/selezione-scritti-news-valenzici.pdf    dove  tra l’altro osservavamo come:
Lo studio del grafico (da vedere cliccando sul link sopra) ci mostra una notevole sovrapponibilità dei valori medi dei S.E.P. misurati in laboratorio ed in camera amagnetica, a indicare che, normalmente, non si rilevano influenze elettromagnetiche in ambiente di vita e di lavoro, in grado di interferire con i S.E.P. (Skin Electric Parameters). Diversa è la valutazione dei rilievi in presenza di una radiofrequenza, posta a meno di un metro dal soggetto: i valori medi risultano molto ridotti, dell’ordine di 20-30 U.S. che corrispondono ad una variazione di 50 – 100 K-ohm (con variazione di potenza bioelettrica correlati e disordini non solo elettrocardiografici ma anche su altri sistemi e organi.)
In questi anni di lotte complottiste contro il 5G, anche per difficoltà a fare uno studio significativo minimale sugli effetti della nuova tecnologia telefonica, ho guardato con una certa sufficienza alle animate battaglie di molti per fermare questo progresso nella velocità e nell’efficienza nelle reti di telecomunicazioni, fino a quando non ho goduto di questi vantaggi in un albergo davanti ad un aeroporto (si partiva prestino), che esibiva orgoglioso nei fogli alla clientela  la disponibilità del 5G. Tra i campi elettromagnetici aereoportuali e il 5G (sarebbe interessante pesare i vari elementi), ho osservato un impatto sul neurovegetativo e sullo stato immunitario non banale che mi ha ricordato lo studio al CNR citato sopra.
Non poteva, a complicare la situazione non mancare la ciliegina sulla torta  dagli USA citata all’inizio della nota https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8580522/#B79 e adesso lo schema per un attacco contro il terrapiattista, antiscientifico, contro il progresso, è servito.
Ma si vuole veramente fare così la famosa e anche ministeriale  transizione ecologica?
A complicare ulteriormente la vita a un involontario commentatore  pandemico, le ultime dall’Imperial College di Londra ripreso da DottNet che  in merito alla variante ultima Omicron ci confonde ulteriormente le idee  sui numeri che si leggono sulle  nostre TV. Leggiamo da DottNet che :
“Gli scienziati hanno inoltre stimato l'efficacia dei vaccini anti-Covid contro l'infezione sintomatica da Omicron. Ebbene, "l'efficacia è compresa tra lo 0% e 20% dopo due dosi e tra il 55% e l'80% dopo la dose di richiamo". Questo studio "fornisce altre prove della misura, molto sostanziale, con cui Omicron può eludere l'immunità che può dare l'aver avuto la malattia e aver fatto il vaccino anti-Covid. Questo livello di evasione immunitaria significa che Omicron rappresenta una grave e imminente minaccia per la salute pubblica", afferma Neil Ferguson dell'Imperial College. La ricerca "non ha trovato prove che Omicron" causa infezioni di "gravità inferiore a Delta", considerando la proporzione di persone risultate positive che riportano sintomi o la quota di casi che richiedono cure ospedaliere dopo l'infezione. "Tuttavia - precisano gli autori - i dati sui ricoveri rimangono molto limitati in questo momento". https://www.dottnet.it/articolo/32529199/variante-omicron-cosa-succede-a-guariti-e-vaccinati-report-dell-imperial-college/?tag=11261643659&tkg=1&cnt=2
Come al solito  pare che la Penisola sia baciata ancora una volta dalla fortuna, essendo secondo l’ISS, da noi italici, le statistiche molto migliori sia dopo due dosi che in particolare dopo il booster  https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/12/18/covid-iss-con-il-richiamo-lefficacia-del-vaccino-contro-la-malattia-severa-sale-al-934-speranza-faremo-nuova-verifica-su-omicron/6430632/
Anche per la mortalità viene confermato come secondo gli statistici tricolori,  la dea bendata baci gli italici vaccinati, quando in Italia “ “analizzando il tasso di decesso (nella fascia di popolazione over 80), nel periodo 22 ottobre-21 novembre: nei non vaccinati (153 per 100.000) è circa otto volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da entro i 150 giorni (18 per 100.000) e 45 volte più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva/booster (3 per 100.000)”.
Peggio altro,  in situazioni analoghe, in periodi estivi,  in Israele i vaccinati sembravano meno fortunati,  con il Premier Bennet che a Ferragosto invece di andare a farsi un bagno a mare  riposando pure lui, mobilitava tutte le forze  per la terza dose, in quanto nella settimana prima su 79 morti per COVID, 78 morti AVEVANO FATTO LE DUE DOSI DI VACCINO
La creatività italica è nota, come la doppia morale, che va bene per i tempi di vacche grasse e di bonaccia, forse va meno bene durante una tempesta virale più o meno naturale come quella in corso. Finalmente va svanendo la favola dei vaccinati greenpassati, liberi e belli di andare in giro, mentre i cattivi non vaccinati in look down di fatto, sospesi dal lavoro per presunta minaccia alla salute pubblica, e di questo ringraziamo il prof. Sileri.
Sarà il caso che ai vertici della Salute Pubblica tricolore, superino il trauma del peccato originale ancora non purificato, compiuto nell’eden di lungotevere Ripa dalla coppia Ranieri Beatrice, quando fu lanciata la campagna per gli altri otto vaccini obbligatori per i bambini, sulla scia dei 470 morti per morbillo di Londra, inventati di insana pianta dagli uffici di comunicazione di guerra https://www.youtube.com/watch?v=gSasDe-Xf9o&feature=youtu.be .
Un esercizio statistico scientifico per i tanti alfieri della scienza con la S maiuscola, da cui attendiamo commenti e le misure del caso. La Giustizia è lenta ma inesorabile, come le vicende di guerra ci informano.

Dal Central Park di Prato 19 dicembre 2021
Vincenzo Valenzi                                                                                                          
ANSA) - TEL AVIV, 11 DIC - Due dosi di vaccino Pfizer dopo 5 o 6 mesi non danno "alcuna protezione" contro la variante Omicron, mentre il booster offre una protezione "significativa" contro la malattia grave, anche se "4 volte meno" di quella offerta nei confronti della Delta.
Lo ha annunciato in una conferenza stampa la professoressa Gili Regev Yochay dello Sheba Medical Center di Tel Aviv al termine di uno studio condotto su due gruppi di sanitari della struttura: uno vaccinato con due dosi, l'altro con il booster.
Mentre continuano  le conferme sull'indebolimento grave dello scudo vaccinale in Israele, anche stamane abbiamo sentito dai vertici della Sanità italiana che  Oltre che vincitori nel campionato europeo delle  vaccinazioni,  gli strateghi tricolore di guerra, segnerebbero dei successi anche nella discesa della protezione vaccinale  che da noi parrebbe  fare la melina confermando i dati di qualche settimana va
Così mentre altrove si assiste al crollo della protezione vaccinale, nello Stivale  "La protezione determinata dal vaccino anti-Covid per i vaccinati da MENO  di 5- 6 mesi cala dal 95% all'82%.
Più sfortunati gli americani, dove nelle case di cura  tra residenti e operatori, si è assistito da tempo  alla perdita del 47% di efficacia  come documentano dati del CDC https://tephiconnect.org/news/464396
Sembrerebbero ancora più fortunati i vaccinati italiani,  che sembrebbero morire e finire in ospedale e terapia intensiva in pochissimi, lasciando il posto ai non vaccinati,  a cui si pensa di fargliela pagare in qualche modo oltre le sospensione e la stigma morale, magari facendogli pagare la retta, e nei pensieri meno amorevoli negandogli  cure e invito a cena a Natale.
I dati israeliani che nei momenti di entusiasmo viene visto come il faro della lotta al COVID, dicono altre cose per il rapporto VACCINATI/NON VACCINATI   sul punto dei ricoveri e dei morti con doppia dose di vaccino a 6 mesi dalla somministrazione:
78 su 79 morti erano con doppia dose nella settimana prima di ferragosto con il Premier BENNET che implorava i suoi cittadini a correre a fare la terza dose
Anche in Italia dopo le narrative che andava tutto bene e che a ricoverarsi e a morire erano solo i non vaccinati, qualche ricovero e qualche morto pare scapparci pure tra i vaccinati, anche se  pare che i vaccinati italici siano esentati dalle percentuali e dal crollo dell’efficacia vaccinali ebraiche.
Che qualcosa nei conti tricolori sul COVID non sempre torni, si percepisce su vari fronti, con la percezione di tanta polvere sotto i tappeti per le reazioni avverse anche gravi e mortali con la cosiddetta  “scarsa o nessuna correlazione”, a fronte di episodi che appaiono alle mente infantili chiare, come quello della ragazza di Sestri che aveva partecipato all’ultimo Open Day di Astra Zeneca, e come si  come si può apprezzare in una selezione di storie che con altri documenti di interesse si trovano sulla pagina  di cronache della lotta al  COVID qui linkata  
http://www.uniglobus.it/globalnews-foto-video.html   .
Per quanto riguarda il rapporto tra vaccinati e non vaccinati ricoverati in ospedale, tragicomica appare sempre di più, la pensata levantino/scientifica, che ha portato i pazienti positivi al COVID, senza diretti sintomi polmonari e/o correlabili al COVID,  ricoverati  in reparti normali, in sfregio ad ogni logica di quarantena e di prevenzione del contagio che dovrebbe caratterizzare la positività al CORONAVIRUS 19 anche se vaccinati, ma la statistica avrebbe i suoi bisogni nelle conclusioni del rapporto tra VACCINATI E NON VACCINATI RICOVERATI, evidentemente
Qualche dubbio su queste vicende sembra aver assalito i piani alti della scienza italica del COVID, CHE STUDIANO STRATEGIE FORTI PER CONVERTIRE I RENITENTI AL VACCINO, dal green pass al super green pass, con un pensierino all'obbligo vaccinale, che di fatto si cerca di imporre con artifizi degni dell’astuzia levantina e ben oltre, ricordando le grandi imprese del Principe.  
Anche negli strateghi della conquista vaccinale della Penisola, che ha già stravinto su ormai larga parte dei territori tricolori (si veleggia verso il 90% dei vaccinati con una volta di diceva dose piena (tra J&J, e le doppie dosi per il GP) COMUNQUE è VENUTO IL DUBBIO CHE MANDARE IN GIRO  MIGLIAIA DI  VACCINI POSITIVI ASINTOMATICI E MAGARI ANCHE SINTOMATICI COME CONCEPITO DALLE TESTE FINI SCIENTIFICHE  LEVANTINE potrebbe essere pericoloso per la diffusione del contagio, che a questo punto ha come fonte importante oltre ai non vaccinati (sempre più confinati a casa loro in un lock down di fatto), dai vaccinati infettati che come abbiamo letto da Israele, USA ecc. riguardano potenzialmente  tra il 50 e il 100% dei vaccinati con seconda dose, contagiabili e contagiosi se infettati, con uno scudo vaccinale svanito nel nulla  a 5 6 mesi, come dicono in Israele e con una terza dose tutta da capire a fronte delle varie varianti del COVID 19  
Anche per questo Giulio Tarro, in una sua recente intervista, ha precisato, se c’è ne fosse bisogno, con dati scientifici alla mano, che il GREEN PASS  e annesso super GP,  è debole, debolissimo come mezzo di prevenzione https://agenziastampa.net/2021/12/10/prof-giulio-tarro-ritengo-del-tutto-illogica-e-antiscientifica-limposizione-del-green-pass-nel-momento-stesso-in-cui-il-vaccino-non-impedisce-il-contagio/ come hanno osservato a Madrid anche Governo e il suo Comitato di esperti, che hanno stroncato il GREEN PASS https://www.meteoweb.eu/2021/12/spagna-no-del-governo-ad-ogni-tipo-di-green-pass/1743906/
FORSE INVECE DI FARE UNA DISCUTIBILE CACCIA AI NON VACCINATI,  CHE DA PIU’ PARTI, IN INTERE NAZIONI E’ RITENUTA DI DUBBIA LEGALITA’, E DI DEBOLE SENSO  ETICO POLITICO E SANITARIO, sarebbe il caso di imparare da quello che avviene negli altri paesi dove hanno scelto altre strategie di contrasto alla pandemia, in una sorta di studio in parallelo controllato sulle popolazioni sottoposte ai vari modelli di prevenzione del contagio da COVID.
Un tavolo tecnico scientifico e uno politico che valuti questi dati non sarebbe male, tra un vertice europeo e l’altro… vivendoci come una UNIONE EUROPEA e non come un insieme di paesi che fa il tutto e il contrario di tutto in piena pandemia.
A proposito di scienza tanto invocata ai vari livelli, dai più selvaggi, ai più colti e raffinati, non possiamo che condividere il  sentimento di affidamento alla scienza, e quindi forse sarà il caso di prestare qualche attenzione alla Lettera che un Gruppo di scienziati italiani ha inviato al New England Journal of Medicine, chiedendo che si ristabilisca un clima scientifico normale nella valutazione della complessa e difficile materia della Pandemia da COVID, CHE SEMBRA DIVENTATA TERRENO DI SCONTRO DA BAR DELLO SPORT, CHE POCO SI ADDICE ALLA SCIENZA E ALLA SCIENZA VIROLOGICA IN TEMPO DI PANDEMIA.
Con l'auspicio che la bella giornata di sole splendente sulla Penisola aiuti a combattere il virus, assieme ai climi montani e marini che sarà bene riabilitare anche per la lotta alle emergenti malattie croniche,  virali e batteriologiche che ritornano. Se ne parlerà a settembre a New York  in una sessione scientifica  parallela all’Assemblea Generale dell’ONU, se ne è parlato  in qualche intervento anche  a COHERENCE 2021 tenuto alla Casa dell’aviatore il 26 Novembre, di cui trovate i video degli interventi a questo link https://www.youtube.com/playlist?list=PLOymwT_Mo-UYzVcNXraz1MaSI6bi9Eh34  con diversi materiali  di un certo interesse generale che trovate nella pagina di COHERENCE 2021 https://www.iiimb.me/coherence-2021.html .
Ricordando buon ultimo  che la partita principale con il virus e gli altri aggressori virali e batterici, si gioca tra il sistema immune e gli agenti aggressivi, per cui dovremmo studiare le nostre difese specifiche prima di partire all'attacco specialmente in un caso come il COVID https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita che quando è stato preso e si è sopravvissuti, più o meno sintomaticamente, si sviluppa una potente immunità naturale e non si ha bisogna di vaccini che tra l’altro non sappiamo bene come vanno, come ci informa un recente report di NATURE https://twitter.com/ChanceGardiner/status/1459658357871202315?s=2
Pare infine che finalmente i test immunologici cellulari contro il COVID siano disponibili a Milano e si spera a breve in tutta Italia…alleluja
12 Dicembre 2021 Vincenzo Valenzi

Ricordando un altro 12 dicembre, 1969, a Piazza Fontana, teatro della prima strategia della tensione, che ci ha insegnato molte cose utili ancora oggi, anche se in forme più felpate, ma non meno determinate e discutibili, anche in qualche tribunale.

ALTRO CHE NON VACCINATI,ANCHE I RICCHI VACCINATI PIANGONO NON SOLO IN ISRAELE...

MENTRE NEI BALCANI E IN SCANDINAVIA  VIVONO SMASCHERATI, CON IL COVID IN RIBASSO E L'IMMUNITÀ SEMPRE PIÙ FORTE

DA TIRANA A PRISTINA VIA KRUJE E LEZHE NELLO SPLENDORE  BALCANICO CHE RESPIRA LIBERO VINCENDO LA DIFFICILE PARTITA CON IL COVID
Confessiamo che ci abbiamo messo qualche tempo a superare il meccanismo pavloviano del mascheramento negli ambienti chiusi.
Qualche sorpresa anche a vedere i dati attuali del COVID in forte ribasso, mentre da noi va in scena il SUPER GREEN PASS con le ansie e le limitazioni di vita per i non vaccinati e una volta anche per i cosiddetti guariti che spesso non sono stati mai malati ma a contatto con il virus, che hanno fatto a pezzi, e per molti di questi vigono norme restrittive di difficile comprensione, fino alla sospensione dal lavoro e dal SPG oltre che dal più semplice GREEN PASS.
Ma come consigliava l'ex consigliere strategico dell'OMS i titoli anticorpali non sono consigliati, per non parlare dei test cellulari anti covid che benché in circolazione da tempo, non vengono neanche considerati.

Sopravvissuti, at the moment, alle avversità climatiche e ambientali tipiche del nostro tempo, ci prepariamo ad una giornata di relax turistico nella bella e festaiola Tirana, riguardando i primi frutti maturi di COHERENCE 2021 che auspichiamo diano una mano a far crescere la coerenza anche nella lotta al Corona Virus, oltre i nuovi campanili regionalistici verso una strategia comune europea che tenga conto delle esperienze non solo nordiche, ma anche di quelle del Sud Europa e dell' Albania, che ahimè lascerò con dispiacere per tornare a mascherinizzarmi


da Tirana in festa per l'Immacolata

Vincenzo Valenzi
DA TIRANA A PRISTINA VIA KRUJE E LEZHE NELLO SPLENDORE  BALCANICO CHE RESPIRA LIBERO VINCENDO LA DIFFICILE PARTITA CON IL COVID
Confessiamo che ci abbiamo messo qualche tempo a superare il meccanismo pavloviano del mascheramento negli ambienti chiusi.
Qualche sorpresa anche a vedere i dati attuali del COVID in forte ribasso, mentre da noi va in scena il SUPER GREEN PASS con le ansie e le limitazioni di vita per i non vaccinati e una volta anche per i cosiddetti guariti che spesso non sono stati mai malati ma a contatto con il virus, che hanno fatto a pezzi, e per molti di questi viggono norme restrittive di difficile comprensione, fino alla sospensione dal lavoro e dal SPG oltre che dal più semplice GREEN PASS.
Ma come consigliava l'ex consigliere strategico dell'OMS i titoli anticorpali non sono consigliati, per non parlare dei test cellulari anti covid che benché in circolazione da tempo, non vengono neanche considerati.

Sopravvissuti, at the moment, alle avversità climatiche e ambientali tipiche del nostro tempo, ci prepariamo ad una giornata di relax turistico nella bella e festaiola Tirana, riguardando i primi frutti maturi di COHERENCE 2021 che auspichiamo diano una mano a far crescere la coerenza anche nella lotta al Corona Virus, oltre i nuovi campanili regionalistici verso una strategia comune europea che tenga conto delle esperienze non solo nordiche, ma anche di quelle del Sud Europa e dell'Albania, che ahimè lascerò con dispiacere per tornare a mascherinizzarmi.


da Tirana in festa per l'Immacolata

Vincenzo Valenzi
http://www.uniglobus.it/global-news-4.html
PARLIAMO DI SCIENZA DEL COVID  PROF. SILERI ?
IN GRAN BRETAGNA  8 SU 10 RICOVERI SONO DI VACCINATI      https://www.youtube.com/watch?v=4-C8gN3rC6Q 28 ottobre 2021.   
 IDEM IN ISRAELE  https://bit.ly/3B4x9B4

Bugie? Come diceva lo scienziato professore Sileri al Politico Francesca  Donato, che a suo parere, come tanti altri politici direbbe idiozie?
La questione non è peregrina, ben oltre le leggerezze verbali del Sileri sull’idiozie dei suoi colleghi politici. Sileri con l’altro scientologo Cecchi Paone, insistevano con la narrazione che in terapia intensiva e al cimitero ci vanno quasi esclusivamente i non vaccinati.  Una narrazione che veniva supportata da astuzie levantine che ricoveravano i pazienti positivi al COVID in reparti normali https://www.ilparagone.it/attualita/foggia-vaccinati-positivi-area-no-covid/
Astuzie che continuano oltre il levantinismo, contaminando anche i Migliori, che sono passati da un GREEN PASS ad un SUPERGREEN PASS, senza neanche dare una occhiata  al fatto che oramai il 58 % dei vaccinati con GREEN PASS ha lo scudo vaccinale anticovid infranto, può contagiarsi, contagiare, finire in ospedale, in Terapia intensiva e morire  come accade da agosto in Israele  dove la settimana prima di ferragosto su 79 morti per covid 78 erano vaccinati con doppia dose,  come urlò il Premier Bennet ai suoi concittadini, invitandoli a fare la terza dose e come anticipato dal NEJM  https://nej.md/3nBCzxF
Infine nella tabella dell’ISS di novembre, con il dettaglio di diagnosi, ricoveri e decessi per fasce d’età e per stato vaccinale, possiamo notare come lo scorso mese di novembre sono morti 24 vaccinati tra 40 e 59 anni e 176 vaccinati tra 60 e 79 anni; sono inoltre finiti in terapia intensiva 26 vaccinati tra 40 e 59 anni e 192 vaccinati tra 60 e 79 anni. Non è quindi affatto vero che il vaccino dà la garanzia di non morire e non finire in terapia intensiva “a meno che non siano persone molto anziane“. https://www.meteoweb.eu/2021/12/covid-bollettino-novembre-istituto-superiore-di-sanita-crollo-efficacia-vaccinale/1744461/  
Anche in Italia, pressati dalle realtà internazionale vicine e lontane, che ci ricordano che i guariti possono avere il Green Pass, è stato inserito nelle comunicazioni, l’identità dei guariti, che avrebbero accesso al Super Green Pass senza  fare una dose di vaccinazione obbligatoria aggiuntiva, con tanto di sospensione dal lavoro e niente green pass in caso contrario come è accaduto a tanti sanitari.. Un certo progresso che accogliamo con piacere.
Restano altri tre capitoli aperti nel SUPER GREEN PASS
1)    Tra i guariti secondo recenti dati del Mario Negri, saremmo sugli otto milioni di italiani di cui 4 con tampone positivo negativizzato (i guariti tamponati diciamo) e altri quattro asintomatici che sono stati contagiati e che hanno sviluppato reazione immunitaria misurabile e spesso da donazione per sieri iperimmuni. I livelli anticorpali ben oltre la soglia ufficiale per immunità attiva sono da considerare guariti o come devono essere considerati clinicamente e ai fini del SGP ?
2)    I miliardi di vaccinati con vaccini non Occidentali, che non sono stati riconosciuti come efficaci e sicuri dall’EMA e dall’AIFA come invece  Astra Zeneca, Moderna Pfizer e J&J, che finalmente vengono considerati, debbono fare un vaccino aggiuntivo efficace ed accreditato dall’EMA? O forse potrebbero essere ben protetti dallo scudo vaccinale praticato e quindi sarebbe il caso di fare una valutazione immunologica prima di fare altri vaccini diversi?
3)    E la galassia dei super-resistenti al COVID da forza genetica o GUARITI dopo contagi con altri CORONA VIRUS,  perché dovrebbero farsi un vaccino di cui non HANNO NESSUN BISOGNO avendo un potente scudo immunitario in proprio?  https://www.marionegri.it/magazine/covid-19-durata-immunita
Non sarebbe il caso di iniziare a fare titoli anticorpali di massa ai guariti di COVID CON O SENZA TAMPONE POSITIVO NEGATIVIZZATO, e fare un test immunologico specifico che da maggio è già sul mercato internazionale come riportato da NATURE  su     A diagnostic test based on sequencing long-lived SARS-CoV-2–specific memory T cells provides a complement to antibody testing for determining previous exposure to SARS-CoV-2.   https://www.nature.com/articles/s41587-021-00920-9
Trovandoci al centro della QUARTA ONDATA DELLA PANDEMIA che colpisce forte anche l’Europa, A QUANDO UN TAVOLO EUROPEO TECNICO POLITICO  che armonizzi le politiche anticovid che sono diversificate per non dire agli antipodi tra i vari paesi e spesso tra le varie regioni con il rischio di una balcanizzazione globale dell’Europa, come il caso spagnolo con una bocciatura severa del Green Pass
https://www.meteoweb.eu/2021/12/spagna-no-del-governo-ad-ogni-tipo-di-green-pass/1743906/ o la Svezia che non ha mai praticato politiche di Lock Down  e continua ad aver curve piatte  con qualche increspatura mentre la vita sociale ed economica procedono liberi  https://www.iltempo.it/attualita/2021/09/14/news/modello-svezia-no-green-pass-meno-vaccinati-italia-soli-38-morti-in-un-mese-terza-dose-28675568/

4 dicembre 2021  Vincenzo Valenzi
info@uniglobus.it
Created by Marziano
Torna ai contenuti